Posizionarsi ai primi posti nella classifica dei “Comuni Ricicloni d’Italia”, è l’obiettivo che la neonata Amministrazione Borriello sembra essersi messa in testa fin da subito. A raccontarci come il nuovo assessore ai Rifiuti Salvatore Quirino. L’appuntamento per l’intervista è alle 6.30 del mattino. “A quell’ora sono già in strada per i controlli” dice lui al momento di decidere l’orario. Nel 2010, la percentuale di raccolta differenziata aveva raggiunto il 52%.
Salvatore-Quirino“Il nostro obiettivo – spiega Salvatore Quirino – è arrivare a rompere il muro del 60%”. Nel concreto quali sono le azioni che verranno messe in campo? “Partiremo subito raddoppiando i turni di svuotamento per le isole ecologiche. Una volta alla settimana le stesse verranno disinfettate e intorno ci sarà un’azione di completamento di verde pubblico attorno, con l’aggiunta di un’illuminazione ad impatto zero sull’ambiente. Poi, il servizio di pulizia delle strade con l’ausilio di macchine coprirà una parte maggiore della giornata, circa 12-13 ore. Poi, è allo studio un sistema automatico di cassoni compattatori che aumenteranno di molto la capacità di contenimento dei rifiuti”. Nella passata consiliatura Borriello lei ha avuto un ruolo di consulente come responsabile per il reperimento di fondi pubblici.

“Il lavoro di oggi è solo il proseguimento di quello svolto 5 anni fa quando riuscii a far ottenere un finanziamento di 1 milioni e 300mila euro al Comune di Torre del Greco da un bando europeo per la realizzazione di isole ecologiche con vasche compattatori: fondi che, con l’amministrazione Malinconico stavamo perdendo, ma che abbiamo recuperato grazie ai solleciti fatti al governatore Caldoro”.

E’ allo studio qualche forma di prevenzione al pericolo costante del ‘sacchetto selvaggio’?
“Mercoledì prossimo è stata organizzata una riunione dove saranno presenti i responsabili della Ego Eco, il dirigente comunale ai rifiuti, il comandante dei vigili urbani e il sottoscritto per studiare un sistema di controllo efficace per la raccolta differenziata”. Sembra avere le idee ben chiare su come svolgere il suo ruolo amministrativo. “A tal proposito, per la prima volta a Torre del Greco, istituiremo un sistema di best practice sulla differenziata, ovvero: metteremo su carta le migliori attività svolte in Italia e nel mondo su tale tema da dove prenderemo spunto per raggiungere il nostro obiettivo di mettersi ai primi posti nella classifica dei Comuni Ricicloni d’Italia”.
Alan