Napoli – Appuntamenti: Donnalbina e la Napoli medievale, Thalassa al Mann, la collina della Costagliola, Chiaia Liberty.

SABATO 18 GENNAIO – ORE 10:30

 

DEVOZIONE TRA I VICOLI

LA CHIESA DI SANTA MARIA DONNALBINA E LA NAPOLI MEDIEVALE

 

Prima tappa dell’itinerario sarà la chiesa di Santa Maria Donnalbina, di cui Matilde Serao scrive:

 

Più di tutti, nero, quel vicolo di Donnalbina (…), non solo per la sua tetraggine naturale, per la sua sporcizia, ma nero anche per l’alta muraglia del monastero di Donnalbina.

La chiesa esisteva già nel IX secolo, ma venne ricostruita nel Seicento e, alla fine del medesimo secolo, venne nuovamente rimaneggiata da Arcangelo Guglielmelli. L’edificio, tra i più significativi barocchi della città è decorato da tele di Nicola Malinconico, Domenico Antonio Vaccaro, Francesco Solimena. Nel 1891 la chiesa divenne sede della confraternita dell’Immacolata del Terz’Ordine di San Francesco, che fece trasferire nella sua nuova sede il monumento funebre del loro confratello Giovanni Paisiello, scolpito da Angelo Viva nel 1816 e oggi visibile a sinistra dell’ingresso.

Si proseguirà con la visita all’area che dalla chiesa arriva fino a Largo Banchi Nuovi, caratterizzata da un impianto irregolare, che contrasta con il tracciato di cardi e decumani presente nel nucleo più antico del centro storico e che testimonia l’origine medievale della zona, una delle poche aree sopravvissute al Risanamento. Attraverseremo via dei Coltrari, così detta perché vi avevano sede gli artigiani che producevano le coltri di seta e di lino imbottite ed una serie di piccole e caratteristiche piazzette, poco note ma ricche di storia e di testimonianze del passato: Largo Ecce Homo, cheprende il nome dalla piccola cappella che Dioniso Lazzari eresse nel 1656; piazza Teodoro Monticelli, dove sorge Palazzo Penne, uno dei più antichi palazzi di Napoli, opera del primo Rinascimento voluto nel 1406 dal segretario di Re Roberto d’Angiò, Largo Banchi Nuovi, dalle Logge dei mercanti che, da tante parti d’Italia e d’Europa, avevano un “punto vendita” a Napoli nel periodo aragonese e del viceregno.

 

PROGRAMMA

10:30 Appuntamento con gli operatori SIRE Coop presso Largo Santa Maria la Nova, Napoli

12:30 Conclusione delle attività

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO: euro 8,00

 

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Si prega quindi di prenotare entro il giorno precedente la visita. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti.

 

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it

 

————————————————————————————————————————————–
SABATO 18 GENNAIO – ORE – 16:45

 

THALASSA AL MANN

MERAVIGLIE SOMMMERSE DEL MEDITERRANEO

 

In concomitanza con l’iniziativa del MANN che prevede biglietto di ingresso ridotto a partire dalle 17:00, la cooperativa Sire vi invita a scoprire la mostra Thalassa: meraviglie sommerse del Mediterraneo allestita nel Salone della Meridiana.

Quattrocento reperti, provenienti da prestigiose istituzioni italiane e internazionali, sono esposti seguendo filoni tematici che vanno dalla storia dell’archeologia subacquea, alla scoperta dei relitti, testimonianze di vita di bordo, il mare come via per i commerci, il mare nel mito, le risorse del mare.

 

Sarà possibile ammirare raffinati gioielli in oro, pregiate coppe di vetro, sezioni di nave ed anfore, utensili per la preparazione e conservazione del cibo, anfore per il trasporto di olio, vino e garum, così come di lingotti di piombo che, dalla penisola iberica, raggiungevano Roma. Eccezionale l’esposizione di lingotti in oricalco, prezioso materiale citato da Platone nei racconti su Atlantide, strumenti provenienti da Pompei, Ercolano e dalle acque di Pantelleria, utilizzati per pesca di cetacei, tonno e corallo. il Mare Nostrum è anche raccontato attraverso i luoghi dell’otium, grazie alle sculture ritrovate sui fondali della Grotta Azzurra, ninfeo di età romana, così come ai raffinati affreschi provenienti da Pompei, Ercolano e Stabiae.

 

APPUNTAMENTO ore 16:45 ingresso Museo Archeologico Nazionale, piazza Museo 19, Napoli   (durata 2 ore circa)

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVOeuro 7,00

ESCLUSO biglietto di ingresso (euro 9,00 / gratuito per gli abbonati OpenMANN)

 

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Si prega quindi di prenotare entro il giorno precedente la visita. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti.

 

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it

 

————————————————————————————————————————————–

 

DOMENICA 19 GENNAIO – ORE 10:30

 

I TESORI DELLA COSTAGLIOLA

VISITA ALLA CHIESA E AL COLLE DI SAN POTITO

 

 

La visita riguarderà il colle della Costagliola, situato a pochi passi dal Museo Archeologico Nazionale  e delimitato da due importanti arterie della città, via Salvator Rosa e via Correra. In questa area, posta al di fuori della cinta muraria, gli insediamenti iniziarono nell’XVII secolo e, data la salubrità della zona e la bellezza del panorama che si godeva dall’altura, si trattò sopratutto di palazzi nobiliari e monasteri. Le benedettine nel 1615 fondarono il monastero di San Potito. Durante il decennio francese, l’ordine venne soppresso e la chiesa spogliata di alcune opere. Con il ritorno dei Borbone la chiesa venne affidata alla Congrega degli Ufficiali di Banco, mentre dopo l’unità d’Italia il monastero venne convertito in caserma dei Carabinieri. Oggi è possibile visitare la chiesa, tappa del nostro itinerario, grazie alla disponibilità dell’Associazione Ad Alta Voceed ammirare le opere in essa conservate, di artisti come Luca Giordano, Giacinto Diano ed Andrea Vaccaro. La visita proseguirà tra i vicoli ed i palazzi della zona, spesso progettati ed abitati da importanti architetti, come nel caso di Palazzo Solimena e palazzo Terradilavoro, originariamente abitato dal suo progettista, Giovan Giacomo di Conforto.

 

PROGRAMMA

10:30 Appuntamento di fronte l’ingresso del Museo Archeologico Nazionale, sotto il porticato della Galleria Principe di Napoli – Piazza Museo, Napoli

12:30 Conclusione delle attività

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO € 10,00

 

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Si prega quindi di prenotare entro il giorno precedente la visita. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti.

 

INFO E PRENOTAZIONI 3922863436 – cultura@sirecoop.it – www.sirecoop.it

————————————————————————————————————————————–

DOMENICA 19 GENNAIO – ORE 10:30

 

CHIAIA LIBERTY: STORIA, ARTE ED ELEGANZA IN RIVA AL MARE

 

La Cooperativa Sire vi accompagnerà in un percorso che si snoda nell’antico borgo di Chiaia alla ricerca delle più felici espressioni dell’architettura “floreale” napoletana tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento tra sinuosità di linee, vivacità dei colori e nuovi materiali.

 

Storie di nobiltà decaduta, borghesi affermati, speculatori da pochi scrupoli si intrecceranno lungo le strade di nuova costruzione e antichi percorsi presso il mare, per raccontare un pezzo di storia di Napoli, dopo aver perso il ruolo di capitale e nel faticoso tentativo di affermarsi nel nuovo panorama unitario, facendo dialogare la sua lunga tradizione culturale con i nuovi fermenti provenienti da altre latitudini attraverso la realizzazione di opere di notevole fascino.

 

PROGRAMMA

10:30 Appuntamento con gli operatori SIRE Coop presso ingresso Chiesa di S. Caterina a Chiaia, via S. Caterina 76 – Napoli

12:30 Conclusione delle attività

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO € 7,00

 

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono (fino ad esaurimento posti). La visita si effettua al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti. Si prega quindi di prenotare entro il giorno precedente la visita. Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti.

INFO E PRENOTAZIONI: 392 2863436 – cultura@sirecoop.it -www.sirecoop.it




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono