“Udc e Ncd correranno con un’unica lista sia a Nola che a Torre del Greco”, ha affermato un alto dirigente del partito di Angelino Alfano. Un unico simbolo e un unico nome da spendere in coalizione, che non per forza di cose debba essere il centrodestra. Infatti, mentre Forza Italia sta digerendo lo scossone dell’arresto di Nicola Cosentino continua a tergiversare sul nome del candidato a sindaco da proporre agli alleati ( forse oggi ci potrebbe essere un tavolo provinciale del partito azzurro), gli alfaniani e i sommesiani stanno subendo il corteggiamento di forze più orientate a centrosinistra.

Gennaro-Granato-Gioacchino-Alfano_Per la cronaca l’altra sera si sono visti in una riunione a porte chiuse per mettere mano alla lista i quattro in lizza per la nomina a candidato sindaco di Forza Italia: Valerio Ciavolino, Antonio Spierto, Michele Polese e Giovanni Palomba. Nel centrosinistra, invece, le primarie continuano ancora a dividere. Anche dopo l’ultima riunione del comitato delle consultazioni interne al centrosinistra le acque non si sono smosse. Si vocifera che domani sera si possa chiudere il termine per la presentazione delle candidature, ma dal Pd si continua a frenare, visto che manca ancora l’accordo sul nome da mettere in campo. Da Napoli e dal segretario dimissionario Vittorio Cuciniello non si hanno per il momento notizie. Il tempo passa e l’ipotesi che si possa trasformare tutto in un’enorme bolla di sapone si fa sempre più concreta, con enorme soddisfazione di Ciro Borriello.