Venerdì scorso doveva essere il giorno dell’incontro fra i maestri pastorai di San Gregorio Armeno e il leader leghista Matteo Salvini. La “Bestia” aveva annunciato in pompa magna sui social la riunione.

Solo che, quando Salvini è arrivato all’appuntamento, nessuno degli artigiani si è presentato.

Gli artigiani non hanno voluto che qualcuno potesse lasciare il proprio marchio impresso su San Gregorio Armeno “che non ha niente a che spartire con la politica, né di sinistra né di destra ma attende risposte dalle istituzioni”, spiega senza alzare i toni Gabriele Casillo, portavoce dei pastorai.

Gli artigiani della strada dei presepi famosa nel mondo, hanno preferito non presentarsi all’hotel Paradiso dove li attendeva Salvini: non hanno voluto che qualcuno potesse lasciare il proprio marchio impresso su San Gregorio Armeno “che non ha niente a che spartire con la politica, né di sinistra né di destra ma attende risposte dalle istituzioni”, spiega senza alzare i toni Gabriele Casillo, portavoce dei pastorai.

Ennesimo fiasco per Salvini.