Denuncia al Comune di illeciti a firma di Clelia Gorga, ma lei non sa niente e controdenuncia. In una lettera arrivata al protocollo del Comune di Torre del Greco c’era una denuncia di illeciti fatta da personaggi che ruotono nell’orbita dell’amministrazione cittadina, oltre ad offese ed oscenità all’indirizzo degli stessi Clelia-Gorgaaccusati. In calce alla missiva nessuna firma, ma sulla busta gialla recapitata agli impiegati comunali si leggeva a caratteri grossi il nome del consigliere comunale del Pd, Clelia Gorga, che meravigliata e offesa a sua volta a denunciato in Procura la sua estraneità nella stesura di tale lettera arrivata negli uffici comunali ed indirizzata alla quinta commissione Trasparenza. Come primo atto, poi, il consigliere del Pd ha chiesto gli atti in commissione sui fatti oggetto della denuncia. “La vicenda della lettera anonima, inviata a mio nome – spiega un’amareggiata Clelia Gorga – alla commissione trasparenza, è l’ennesima macchia sulla politica torrese che fatica a trovare una strada di rinnovamento e di trasparenza. Ho formalizzato alle forze dell’ordine la mia denuncia contro ignoti. Non potevo tollerare che il mio nome venisse infangato e sporcato da una pratica meschina e volgare quale quella degli esposti anonimi”. “Chi conosce il mio operato – chiosa il consigliere del Pd – sa perfettamente che non appartiene al mio stile politico e personale questo tipo di strategia. Sa anche che, quando ho avuto qualcosa da dire, aspetti da criticare, ho sempre messo nome, cognome e volto sotto ogni mio atto e ogni mia denuncia. E’ così e sarà sempre così nell’interesse collettivo e per il bene comune dei cittadini torresi”. Ma va altresì chiarito – continua Gorga – che da avvocato, cittadino e rappresentante dei cittadini nelle istituzioni, ho richiesto ufficialmente al consigliere Domenico Maida, Presidente della V Commissione Trasparenza, di inserire come ordine del giorno con l’urgenza del caso, la formale richiesta di copia di tutti gli atti così come richiamati nella anonima missiva all’ordine del giorno del verbale del 06 luglio 2015, per valutarne la legittimità”. E ancora: “I cittadini torresi meritano di essere amministrati nella massima trasparenza. E meritano un consiglio comunale, sia maggioranza o opposizione, che sia capace di chiarire sempre tutti i dubbi e i punti oscuri che la politica di quest’amministrazione comunale produce in abbondanza. Noi non ci fermeremo. Il Pd, che mi onoro di rappresentare quale consigliere comunale, ha già fatto sentire alla mia persona la sua vicinanza. Questa è una sfida che, sicuramente, non mi vedrà sola.”, conclude il consigliere comunale del Pd, Clelia Gorga.