Coltello-InsanguinatoAvrebbe potuto avere risolti molto più seri il violento litigio sorto in piazza Palomba, nella zona antistante la sala scommesse Eurobet. Nella tarda serata della scorsa domenica 1 maggio, infatti, alcuni individui hanno cominciato a bettibeccare e, di lì a poco, dalle parole sono passati alle mani. La lite avrebbe coinvolto più persone, ma tra questi un 26enne se ne è uscito con una coltellata all’addome. Vista la gravità delle sue condizioni fisiche, il giovane S. A., torrese incensurato residente in via Teatro e disoccupato, è stato trasportato al pronto soccorso del nosocomio Maresca di via Montedoro. Sottoposto alle prime cure dei medici, è emersa una grave ma non letale ferita – probabilmente causata da un oggetto appuntito – che ha spinto i sanitari ad allertare le forze dell’ordine. Sul caso, sono intervenuti i militari dell’Arma dei Carabinieri diretti dal maggiore Michele De Rosa. Immediatamente sono scattate le indagini: i militari hanno interrogato diverse persone, trovandosi anche di fronte al silenzio degli stessi. L’omertà però non è servita ad evitare di ricostruire la lite sorta in piazza Palomba: la zuffa aveva coinvolto più persone, perfino i responsabili della sala scommesse. Altri individui, infatti, avevano riportato comunque alcune ferite, di lieve entità.
I carabinieri sono ancora al lavoro, anche e soprattutto perchè non sono trapelati dettagli utili ad una ricostruzione precisa dei fatti. La lente d’ingrandimento degli inquirenti, infine, si è spostata anche su un altro soggetto pregiudicato ma le varie posizioni sono ancora da definire.