La kermesse della pesca sull’isola azzurra

Si è alzato nei giorni scorsi il sipario sulla terza edizione di Capri Alive, la kermesse sportiva che riporta nelle
acque intorno all’isola l’antico sport della pesca a traina col vivo. La gara si avvale del patrocinio dell’Assessorato
al Turismo del Comune di Capri, ed è ormai da tre anni dall’Associazione isolana Capri Fishing Club presieduta da Fabrizio Ruocco. Capri Alive quest’anno ha raccolto numerosi consensi per numero di iscritti. Anche in questa edizione partner della gara caprese è il dipartimento di Biologia Marina dell’Università di Genova che, con l’ausilio del biologo prof. Mariano Peruzzo, mediante la distribuzione di questionari a tutti i partecipati, continuerà a costruire un database con i rilievi faunistici effettuati in mare dai partecipanti alle gare che saranno poi in seguito inseriti in un
progetto mirato al mantenimento dell’ecosistema ed all’utilizzo corretto della risorsa mare. La partenza per il primo giorno di gara è stata fissata per il 20 ottobre, ma l’iniziativa è durata anche il 21 e il 22 ottobre. Tre giornate esaltanti, quindi, per Capri non solo per gli amanti della pesca in mare, ma anche per i tanti appassionati che da terra hanno atteso il rientro degli sportivi con il loro carico. Ad ogni rientro, è stato organizzato per tutti i componenti degli equipaggi ed ospiti un cocktail dinner per festeggiare in armonia l’evento.
Mirella Carnile
 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea il 26 ottobre 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono