Calcinacci e pezzi di cemento nell’androne di un palazzo

(a) Torre del Greco – Dopo il grave episodio del parziale crollo in via della Libertà Italiana, verificatosi il 27 maggio 2010, purtroppo lo scorso 12 gennaio ci si è trovati di fronte ad un episodio analogo, per fortuna di minore portata e senza feriti gravi: il crollo di calcinacci e grossi pezzi di cemento nell’androne di un palazzo antico in vico Orto Contessa, traversa della centrale via Umberto I. Immediato l’intervento delle Forze dell’Ordine e di un tecnico dell’ufficio dissesti urbani del Comune. Nelle stesse ore sono avvenuti alcuni sgomberi forzati di un immobile fatiscente in corso Garibaldi, con ben 16 nuclei familiari, per un complessivo di 75 persone. Si ripropone così l’annoso problema della vetustà del patrimonio immobiliare e della qualità delle strutture del nostro territorio. Imperativo categorico rivedere gli strumenti urbanistici, ridimensionando in modo rilevante i contenuti prescrittivi della legge regionale 21/2003.
Mariacolomba Galloro
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 26 gennaio 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono