Napoli – Una grande festa dell’eccellenza. Storie di talenti, di sfide e di un Sud che aspira all’innovazione e alla competizione internazionale. Terra di intellettuali e di pensatori, di artisti e di imprenditori illuminati, di giornalismo etico e responsabile teso alla verità, di medicina e di grandi scienziati, di arte e di straordinarie bellezze da tutelare e valorizzare.

Saperi che si incrociano e si confrontano nel corso della serata di gala del “Premio Campania®, il prestigioso riconoscimento ideato dal Presidente e giornalista Donato Alfani, e promosso dall’Associazione “Made in Italy”, con il patrocinio della Regione Campania, dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, della Giunta del Consiglio Regione Campania, della Città Metropolitana di Napoli e del Comune di Camposano, in collaborazione con il Dubai Village.

Un premio che cresce e raddoppia confermando la sua capacità di aggregazione e di diffusione capillare su tutto il territorio regionale, con la presenza di oltre 90 eccellenze premiate, selezionate da una giuria di esperti e da un comitato di presidenza composto dai direttori dei mass media campani.

“Far emergere i migliori, il talento e il genio creativo”: è la finalità del Premio Campania® 2019, che quest’anno si è sviluppato in un’intera giornata, partendo dal mattino con street food e percorso enogastronomico accompagnato dal convegno sulle strategie dell’innovazione per lo sviluppo, con l’accensione in coincidenza delle luci d’artista del comune di Camposano, tra show itineranti e momenti musicali.

“Una Campania che non si arrende, una società attiva, sana”, insiste il presidente del CoreCom e vice presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, Mimmo Falco (nella foto mentre ritira il premio, ndr), insignito del Premio Campania alla Carriera. Al suo fianco, nel ritirare il premio, tutti i giornalisti presenti in sala espressione delle diverse province della regione. “È indescrivibile, semplicemente grazie di cuore, perché simili emozioni non possono essere raccontate – sottolinea il presidente Falco – Sono felicissimo ed orgoglioso di partecipare a questo premio che Donato Alfani ha voluto con grande determinazione”.

“Il Premio Campania si conferma evento di eccellenza nazionale – esordisce il presidente Donato Alfani – Lo slogan “i migliori meritano un premio” rappresenta la verità perché tutti i premiati sono stati selezionati sulla base del merito, delle competenze e dell’innovazione realizzata nei propri settori professionali. Sono felice, sono molto grato per il grande lavoro di squadra e per le persone che mi sono vicine e che insieme a me hanno costruito e condiviso questo evento. Desidero rivolgere un ringraziamento a tutti i colleghi giornalisti, alla giuria di esperti, al comitato di presidenza, al sindaco di Camposano Francesco Barbato e al patron del Dubai Village, Gaetano Ambrosio, per averci accolto in questa splendida location e tutti i nostri partners. Intanto inizieremo a lavorare già alla prossima edizione, con slancio ancora maggiore e con tanto entusiasmo”.

L’edizione 2019 si caratterizza, inoltre per la presenza intensa della Medicina. Alla professoressa AnnaMaria Colao, ordinario di Endocrinologia e prima scienziata al mondo nelle malattie dell’ipofisi va infatti il “Premio Campania 2019” per il grande valore del lavoro svolto dalla sua equipe di ricerca all’Università Federico II. Ed è proprio al suo team che la professoressa Colao dedica il riconoscimento: “Il nostro unico obiettivo è riuscire a trovare una terapia efficace che possa offrire una speranza ai malati di cancro”.

Premio anche al professore Antonio Corcione, direttore dell’azienda ospedaliera specialistica Dei Colli – Monaldi Cotugno Cto. #IoMiCuroalSud è l’hashtag proposto dai professori Paolo Ascierto, Franco Perrone e Gaetano Facchini, tre eccellenze dell’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione Pascale”, premiati in contemporanea per i settori medicina e Ricerca. Premio Speciale, inoltre, all’equipe di primo soccorso dell’ospedale Santobono di Napoli, ritirata dal professor Pecoraro.

Premio alla Carriera anche per Nando Mormone, produttore televisivo e teatrale, ideatore di Made in Sud, progetto dalla visione ampia per trattenere sul territorio i benefit derivati dal talento comico.

Un gala trasformatosi in un grande show, con la conduzione della giornalista Barbara Landi, accompagnato dalla suggestive atmosfere dei passi a due della compagnia Danzanda, della performance acrobatiche dell’ente sbandieratori di Cava, dalla voce della giovane cantautrice Greta Zuccoli, dal live dei Sonora Junior Sax band, dallo spettacolo fuori programma offerto dalla cantante e attrice Anna Capasso, per chiudersi, come da tradizione con i Blue Gospel Singers che con i loro canti hanno proiettato la platea nelle magiche atmosfere del Natale.

Premio Speciale ai CasaSurace, il team di videomakers apprezzati da milioni di follower per il modo originale di raccontare il Sud. Tanta arte e beni culturali inoltre: Premio alla Cultura alla professoressa Rosa Maria Grillo, direttore del dipartimento di Studi Umanistici DipSum dell’Università degli Studi di Salerno, e a Ferdinando Creta direttore dell’Area Archeologica del Teatro Romano di Benevento. Premiati anche giovani attori emergenti e le voci iconiche della radiofonia in Campania, tra cui Rosanna Iannaccone. Tornano per la seconda volta sul palco del premio Campania anche gli attori della Compagnia Teatro Nest. Premio per il giornalismo al direttore del quotidiano Il Roma, Antonio Sasso, che ha raccontato la sfida dell’editoria al sud di una testata simbolo, fondata nel 1862, e menzione speciale alla testata Canale 8. E ancora finanza, imprenditoria, televisione, ambiente, letteratura, design, food, diritti umani, solidarietà, giornalismo, solidarietà e valori.




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono