turris-aversa_2016Il filotto di vittorie consecutive si ferma a tre. L’Aversa Normanna espugna il “Liguori” (0-1) ed inguaia la classifica della Turris che adesso vede la vetta allontanarsi a -8 (la capolista Igea Virtus vittoriosa anche con il Due Torri). Un passo indietro, dunque, rispetto alle ultime domeniche, con gli uomini di Baratto che questa volta sono apparsi poco concreti negli ultimi venti metri (con Picci ed Evacuo particolarmente in ombra) e poco lucidi una volta passati in svantaggio. Proprio quello che non doveva accadere per chi, come la Turris, è costretta ad inseguire: i corallini invece hanno rimediato la quinta sconfitta stagionale in quattordici partite, ma soprattutto la terza tra le mura amiche. Non certo il ruolino di marcia di chi punta a vincere il campionato. Nel suo 4-4-2, Baratto riconfermava Salvatore nel ruolo di terzino destro e l’avanzamento di Barbiero sulla corsia laterale di centrocampo. Panchina per il neo acquisto Gallozzi (subentrato poi nel secondo tempo), indisponibile l’ultimo arrivato Danti che dovrà scontare una squalifica di tre giornate. La Turris creava il primo pericolo della gara (7’) con De Rosa che entrava in area e serviva al centro un rasoterra su cui però non ci arrivava nessun attaccante corallino. Stessa sorte, al 16’, per il tiro-cross di Somma. Al 25’, pericolosa anche l’Aversa: presa non perfetta di Abagnale, la sfera finiva sui piedi di Guastamacchia che ci provava a botta sicura, Di Girolamo salvava sulla linea. I corallini non riuscivano più ad essere pericolosi ed il primo tempo si chiudeva così. Baratto correva ai ripari ed inseriva Schettino (al posto di Salvatore) per cercare più qualità in attacco: al 1’, sugli sviluppi di una mischia, Somma spediva clamorosamente sul portiere a pochi passi dalla porta (nella foto di Salvatore Varo). Al 6’ arrivava la doccia fredda: Guastamacchia insaccava indisturbato di testa un angolo su cui Abagnale (rimasto a metà strada) e la difesa avrebbero potuto fare molto di più. La Turris accusava il colpo, Schettino era costretto ad uscire per infortunio ed al suo posto entrava Gallozzi. Al 13’ ci provava Evacuo con una girata al volo, ma la conclusione era centrale e Maraolo bloccava. Baratto inseriva anche Varriale e passava al 4-3-3. Picci ci provava due volte di testa, al 27’ e al 31’, ma senza successo. Al 38’ si faceva vedere anche Gallozzi con una bella conclusione al volo che Maraolo deviava in angolo. I corallini si affidavano disperatamente al lancio lungo in area di rigore, ma il fortino aversano reggeva ed il risultato non cambiava più. L’Aversa espugnava il “Liguori” lasciando alla Turris (in silenzio stampa) una sconfitta molto amara: i corallini dovranno ritrovare la giusta voglia di vincere ed inanellare un nuovo filotto di vittorie per non dire anticipatamente addio ai sogni di gloria.
Andrea Liguoro
RISULTATI 14° GIORNATA – SERIE D, GIRONE I
CASTROVILLARI – SERSALE 2-1
DUE TORRI – IGEA VIRTUS 0-2
FRATTESE – SARNESE 0-0
GELA – SANCATALDESE 0-0
GRAGNANO – GLADIATOR 4-0
POMIGLIANO – PALMESE 1-1
ROCCELLA – CAVESE 3-1
SICULA LEONZIO – RENDE 2-2
TURRIS – AVERSA NORMANNA 0-1

LA CLASSIFICA
IGEA VIRTUS 33
CAVESE 26
GELA 26
TURRIS 25
SICULA LEONZIO 25
RENDE 24
POMIGLIANO 22
GLADIATOR 21
PALMESE 20
FRATTESE 19
SANCATALDESE 17
GRAGNANO 17
AVERSA NORMANNA 16
ROCCELLA 15
SARNESE 13
DUE TORRI 9
CASTROVILLARI 8
SERSALE 4