La Turris impone la legge del “Liguori” anche al Gallipoli ed incassa l’ottava vittoria del campionato tra le mura amiche. Salvezza sempre più vicina e sempre più alla portata (cinque i punti di vantaggio sulla zona Play-Out), ma resta l’obiettivo sul quale i corallini devono restare concentrati per evitare brutte sorprese. Quelle che Manzo e compagni hanno vissuto nel primo tempo, quando un approccio blando ha permesso al Gallipoli di chiudere in vantaggio, poi ribaltato nella ripresa (3-1). Contro i pugliesi, Baratto doveva far fronte all’emergenza (Lordi squalificato, Gallo e Ferraro non arruolabili dal primo minuto, Tarallo e Sperandeo Turris-Gallipoli-2016_Rigore_Manzoacciaccati), ma non rinunciava al 4-3-3: Abagnale tra i pali; difesa a quattro e tutta over con Manzi ed Imparato centrali, Salvatore e Pappadia sugli esterni; centrocampo con capitan Manzo centrale, gli under Vallefuoco (al debutto) e Somma interni; in attacco, Romano e Sperandeo a supporto della punta centrale Tarallo. Partiva meglio il Gallipoli, pronto a giocarsela a viso aperto; troppo soft, invece, l’approccio dei corallini che sbagliavano veramente tanto in fase di costruzione. A sbagliare, al 10’, era anche Salvatore che su cross di Manzo metteva fuori di testa di un soffio. Sette minuti più tardi, a trovare il gol erano invece gli ospiti: buco nella difesa corallina su cross di Di Fino, Alassani batteva Abagnale di testa. La Turris faceva fatica a reagire, il Gallipoli, galvanizzato dal vantaggio, sfiorava perfino il raddoppio al 33’ prima con Carbone (tiro ribattuto), poi con Pirretti che non trovava la porta. Baratto passava al 4-4-2, la Turris provava a scuotersi al 44’ con Manzo che da fuori area coglieva la traversa con un bellissimo tiro di prima intenzione. Serviva la scossa e Baratto la dava ad inizio ripresa con il doppio cambio: dentro Ferraro e Schettino, fuori Pappadia e Tarallo (in evidente difficoltà). La Turris iniziava ad essere finalmente vivace e al 4’ Ferraro non riusciva a spedire in rete una punizione calciata da Manzo. I corallini ci credevano e al 12’ arrivava il pari: assist di Somma per Sperandeo che in piena area di rigore batteva Frigerio con un tiro potente. La Turris cercava il vantaggio e lo trovava al 27’: Ferraro si procurava d’astuzia un calcio di rigore che il capitano Manzo realizzava spiazzando Frigerio (nella foto di Salvatore Varo). Il Gallipoli provava la reazione e, nel giro di due minuti, prima Manzi (al 33’), poi Salvatore (al 34’) sventavano il pericolo. Ci pensava Manzi, al 37’, a chiuderla: sugli sviluppi di un corner di Ferraro, il difensore corallino sbucava dalla mischia ed insaccava il gol del definitivo 3-1. Di Manzo (tiro di poco fuori) l’ultima occasione di una gara che la Turris archiviava con una vittoria fondamentale in chiave salvezza. “Nella prima parte abbiamo riscontrato delle difficoltà che ci aspettavamo – analizza Baratto a fine gara- perché sapevamo che il Gallipoli sarebbe venuto a giocarsela per fare punti salvezza. C’è stato anche un approccio sbagliato dal punto di vista mentale, ma i cambi ci hanno permesso di allargare il gioco e di metterli in grandissima difficoltà. A quel punto penso che non ci sia stata più partita perché il Gallipoli si è visto con qualche calcio d’angolo. Insomma, vittoria ampiamente meritata”. “Il gol? È una gioia personale a cui tengo relativamente perché in primo piano c’è sempre la squadra – ha commentato capitan Manzo a fine gara-. Segnare e non vincere è una cosa che non conta. Basta che si vince, anche se non segno. Abbiamo commesso molti errori nel primo tempo e concesso tanto, ma nella ripresa c’è stata la reazione anche grazie a Ferraro e Schettino che hanno cambiato la partita”. Sulla Turris double-face tra gare in casa e in trasferta, questo è il Manzo pensiero: “Facciamo errori di disattenzione che paghiamo a caro prezzo, dobbiamo migliorare l’attenzione perché come gioco creato abbiamo poco da rimproverarci”.
Andrea Liguoro

RISULTATI 20° GIORNATA – SERIE D, GIRONE H
POTENZA – PICERNO 0-2
TARANTO – BISCEGLIE 2-0
FRANCAVILLA – POMIGLIANO 1-0
SERPENTARA – FONDI 3-2
TURRIS – GALLIPOLI 3-1
SAN SEVERO – ISOLA LIRI 2-1
MARCIANISE – MANFREDONIA 1-0
APRILIA – TORRECUSO 2-1
NARDÒ – VIRTUS FRANCAVILLA 0-0

LA CLASSIFICA
VIRTUS FRANCAVILLA 42
FRANCAVILLA 38
FONDI 36
NARDÒ 35
TARANTO 35
POMIGLIANO 31
BISCEGLIE 31
TURRIS 30
TORRECUSO 30
SAN SEVERO 29
ISOLA LIRI 26
MANFREDONIA 26
POTENZA 25
MARCIANISE 25
SERPENTARA 20
APRILIA 18
GALLIPOLI 13
PICERNO 10