Roma – Il concorso Polizia di Stato è rivolto a 654 candidati che siano volontari in ferma prefissata di un anno VFP1 o quadriennale VFP4 oppure in rafferma annuale i quali, se in servizio, abbiano svolto alla data di scadenza del termine di presentazione della domanda almeno 6 mesi in tale stato oppure, se collocati in congedo, abbiano concluso tale ferma di un anno.

In particolare i posti sono così suddivisi:

458 posti per volontari (VFP1) in servizio: si tratta di coloro che sono in servizio, da almeno 6 mesi continuativi alla data di scadenza della domanda di partecipazione al concorso, come volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) o in rafferma annuale, purché siano in possesso dei requisiti per l’inserimento nella Polizia di Stato;
196 posti per VFP1 in congedo o VFP4 in servizio o congedo: fanno parte di questa categoria i volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) collocati in congedo, al termine della ferma annuale, alla data di scadenza della domanda di partecipazione al concorso. Rientrano anche i volontari in ferma quadriennale (VFP4), in servizio o in congedo, in possesso dei requisiti richiesti per l’assunzione nella Polizia di Stato.
Si precisa che tra i posti a concorso 2 sono riservati ai concorrenti in possesso dell’attestato di bilinguismo (lingua italiana e tedesca) riferito ad un livello non inferiore al diploma di istituto di istruzione secondaria di primo grado e 33 sono riservati, ai sensi dell’art. 8 della legge 21 settembre 1987, n. 387, ai candidati diplomati presso il Centro Studi di Fermo.

REQUISITI
Ai candidati al concorso Polizia di Stato si richiede il possesso dei seguenti requisiti:
– cittadinanza italiana;
– godimento dei diritti politici;
– titolo di studio: diploma di scuola secondaria di primo grado (licenza media) o equivalente;
– essere maggiorenni (18 anni) e non aver compiuto 26 anni di età;
– qualità morali e di condotta previste dall’art. 35, comma 6, del decreto legislativo, n.165/2001;
– idoneità fisica, psichica ed attitudinale al servizio di polizia;
– non essere stati espulsi dalle Forze armate, dai Corpi militarmente organizzati;
– non essere stati destituiti o licenziati da pubblici uffici, dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento oppure decaduti dall’impiego;
– non aver riportato una condanna a pena detentiva per delitto non colposo o essere stati sottoposti a misure di sicurezza o di prevenzione.

PROVE D’ESAME
Gli aspiranti allievi agenti dovranno affrontare i seguenti test:
a) prova scritta (questionario risposta multipla);
b) prove di efficienza fisica;
c) accertamenti psico-fisici;
d) accertamento attitudinale.

E’ prevista anche la valutazione dei titoli di servizio per VFP1 e VFP4.

La Commissione esaminatrice estrarrà i questionari tra i 6000 quesiti che saranno pubblicati sul sito www.poliziadistato.it almeno 20 giorni prima della prova scritta.

La data e la sede della prova scritta saranno comunicati sulla GU del 18 dicembre 2018.

La domanda di partecipazione al concorso per Allievi Polizia di Stato deve essere compilata esclusivamente online utilizzando la procedura informatica raggiungibile da questa pagina del sito web della Polizia di Stato, entro il 10 dicembre 2018.

Ogni altro dettaglio sulle modalità di presentazione della domanda di ammissione è indicato nel bando




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono