“È nu juorno buono” per Ciro Borriello. Quando tutto sembrava perso per l’appoggio di Forza Italia alla sua terza corsa a primo cittadino della città del corallo, ecco arrivare la sorpresa. Doppia. Forza Italia ha scelto di correre al suo fianco alle comunali di maggio. E, in più, gli ha servito su un piatto d’argento le teste dei Ciro_Borriello_Pensierosodue (ormai ex) coordinatori cittadini, Giovanni Palomba e Michele Polese, che, insieme all’Ncd e l’Udc, avevano osteggiato fortemente la sua candidatura a sindaco. “Borriello rappresenta un cavallo di razza – ha sottolineato il presidente della Provincia, Antonio Pentangelo, che per le settimane che restano di qui al voto ha assunto la carica di coordinatore cittadino del partito – e per il nostro partito un imprescindibile punto di riferimento. A lui abbiamo affidato le sorti di una città che ci sta particolarmente a cuore e che abbiamo governato in nove degli ultimi dodici anni”.

Ancora più convinte ed entusiaste le parole del coordinatore regionale di Forza Italia, Domenico De Siano: “È stata una scelta ponderata anche per l’importanza di un comune come Torre del Greco – afferma – che è la città col maggior numero di abitanti chiamata a rinnovare il consiglio comunale il prossimo 25 maggio. Riteniamo di avere compiuto un buon lavoro, grazie anche all’impegno profuso dal coordinatore cittadino, il senatore Ciro Falanga, supportato dal coordinatore provinciale, Antonio Pentangelo. Siamo certi che Borriello saprà riportare il centrodestra alla guida di Torre del Greco”. Ora, con l’adesione di Forza Italia, le liste che supportano Ciro Borriello nella corsa per la conquista di Palazzo Baronale salgono a sette. Infatti, oltre al partito di Berlusconi, nel progetto di un’elezione bis per l’ex parlamentare berlusconiano ci sono le sigle di Fratelli d’Italia, Mir, Pri, la civica Borriello sindaco, Alleanza democratica e Democrazia cristiana.

Alfonso Ancona