Più lavoro ai torresi. Questo è la sintesi della proposta lanciata sul tavolo di discussione politica dal consigliere comunale del Pd, Salvatore Romano. Infatti, con una missiva indirizzata al presidente del Palazzo-Baronale-Torre-del-Grecoconsiglio comunale, Antonio Spierto, oltre ad essere indirizzata anche al primo cittadino, Ciro Borriello, e al segretario generale, Anna Lecora; il consigliere del partito di Matteo Renzi fa esplicita richiesta d’inserire nel prossimo consiglio comunale un ordine del giorno relativo all’inserimento della clausola sociale da includere negli appalti.
“Ho chiesto l’approvazione in consiglio comunale – spiega Salvatore Romano – di un ordine del giorno che impegni l’amministrazione ad impartire un apposito atto d’indirizzo agli uffici competenti affinché provvedano, ai sensi dell’art. 69 del D. Lgs. n.163, all’inserimento nei bandi di gara per l’appalto dei lavori e servizi una clausola sociale di promozione dell’occupazione delle persone con difficoltà e di lotta alla disoccupazione”. Nel testo inviato al presidente dell’assise comunale si legge: “I concorrenti si impegnano prioritariamente a reperire manodopera e maestranze locali, previa valutazione di idoneità alle mansioni, con particolare riferimento a soggetti disoccupati o in cerca di prima occupazione che versano in particolari situazioni di disagio economico-sociale, sulla base degli elenchi resi disponibili dai servizi sociali del Comune, in misura pari almeno al 50% dei lavoratori da impiegare nell’appalto”.
“Tale atto – chiosa il consigliere comunale del Pd – non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economica e finanziaria o sul patrimonio del Comune”.
Insomma, nel prossimo consiglio comunale, forse, vedremo una svolta epocale per agevolare e alimentare un sistema lavorativo che vede come protagonisti cittadini. È facilmente pronosticabile che, un tale ordine del giorno, discusso nel prossimo consiglio comunale, possa mettere d’accordo maggioranza e opposizione su un tema caro ad entrambi: ovvero, dare il lavoro ai torresi.