Dal 12 dicembre fino a fine mese

(a) Torre del Greco – Dal 12 dicembre, e fino a fine mese, si terrà al Centro d’Arte Mediterranea di via Marconi 9, una retrospettiva di  Antonio Madonna dal titolo “Gli anni inediti – Opere dal 1954 al 1959”. Enfant prodige che a 8 anni già impiastricciava con i colori, Madonna è stato allievo di Nicola De Corsi e fu poi notato dalle autorità locali che lo facero studiare a spese della collettività fino al diploma all’Accademia di Napoli nel 1956. All’Accademia, il pittore torrese viene a contatto con la variegata temperie di movimenti artistici dell’epoca, aderendo negli anni ‘60 al gruppo “Tradizione e realtà”. Il cammino artistico di Madonna è proprio quello di un talento naturale con la capacità disorientante di ricerca di nuove soluzioni. La figuratività che marca il primo periodo, si tramuta in stile informale negli anni della mostra, in cui l’immagine cede il passo a contrapposizioni di macchie pittoriche quasi del tutto  astratte, per poi ritornare stemperata di neoclassicismo nell’ultimo periodo. Esemplari in questo senso sono le raffigurazioni della “Lopa”, macchina che aspirava il grano dai Silos. Dopo una lunga attività divisa fra insegnamento e produzione per il mercato, Antonio Madonna da un anno non dipinge più. Un motivo in più per visitare questa mostra.

Giuseppe Della Monica

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 2 dicembre