Dopo la cessazione dell’attività da parte di Vincenzo Sorrentino junior nel 1998, ultimo di una dinastia di paratori (nipote di Vincenzo e figlio di Antonio), un giovane artista torrese dal nome di Riccardo Lamberti (nella foto) ha ereditato la passione e l’arte del Sorrentino, infatti dal 1998 realizza il carro trionfante Riccardo-Lamberti-realizzatore-carro-2015dell’Immacolata e svolge il lavoro che per una dinastia è stato dei Sorrentino.
Riccardo Lamberti, torrese di nascita, ha frequentato il locale Istituto d’arte, diplomandosi.
Sin da piccolo appassionato dell’arte e della festa dell’Immacolata, realizzava un carro in miniatura dell’Immacolata che sfilava dietro a quello vero l’8 dicembre.
Alla fine degli anni 80, quando era ancora giovanissimo, ha iniziato a frequentare il laboratorio artigianale di Vincenzo junior Sorrentino, da li’ giorno dopo giorno ha imparato il mestiere,l’arte dell’addobbo e dell’apparatura religiosa.
Il suo debutto ufficiale avviene nel 1998, quando il suo maestro Sorrentino cessa l’attività, cosi’ gli viene assegnata l’esecuzione del carro trionfante dell’Immacolata su progetto di Aniello D’Antonio. Con lui collaborano due ex dipendenti della ditta Sorrentino, Ascione Gennaro e Zeno Liberato.
La prima fase della realizzazione del carro avvenne nella Chiesa della SS. Assunta,
il carro trionfante dell’Immacolata fu realizzato e la tradizione ha potuto continuare, cosi accade dal 1998 per opera di Riccardo Lamberti.
Negli anni successivi questa prima fase fu poi spostata nella Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli fino al 2009 e dal 2010 presso il deposito artigianale dello stesso Lamberti.
Nel 2007 ha avuto l’onore di progettare (oltre che realizzarlo) il carro trionfale dell’Immacolata dal titolo “Io sono l’Immacolata concenzione”.
Luigi Ascione

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 25 novembre 2015