Tari-vista-altoULTIMORA – Assalto al centro degli espositori d’oro tra i più grandi d’Italia, il Tarì di Marcianise.
La dinamica non è ancora chiara, stando alle prime indiscrezioni la banda di rapinatori è entrata in azione armata e ha rubato tutta la merce del caveau (sembrerebbe di proprietà o gestito dalla Battistolli – Istituto di Vigilanza), all’interno del Tarì.
Il furgone dei rapinatori è stato bloccato dalla polizia della questura di Caserta, intervenuta subito sul posto con il supporto dei carabinieri. I malviventi si sono dati alla fuga nelle campagne circostanti e sembra che siano stati recuperati 15 milioni di euro.

Non è possibile quantificare l’entità del colpo, le forze dell’ordine stanno attendendo i responsabili del centro orafo per fare una prima stima della merce rubata. I rapinatori hanno preso di mira direttamente il caveau. Si presume che sono entrati in azione quando ormai era ancora buio, non si esclude che qualcuno di loro si fosse nascosto all’interno del centro preparando il terreno al resto della banda. Il colpo sarebbe riuscito se non fosse scattato un allarme allertando i vigilantes che hanno subito chiamato le forze dell’ordine.
Le indagini continuano e anche la ricerca dei malviventi che si son dati alla fuga.