Come non rendere nullo il TUO voto – Servizio elezioni Il calendario e gli orari dell’ufficio carte d’identità
Nei Comuni con più di 15.000 abitanti si vota sempre con una sola scheda, sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di Sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano. Il cittadino può esprimere il proprio voto in tre modi diversi:
Elezioni-Amministrative-Voto-Urna1. tracciando un segno solo sul simbolo di una lista, assegnando in tal modo la propria preferenza alla lista contrassegnata e al candidato Sindaco da quest’ultima appoggiato;
2. tracciando un segno sul simbolo di una lista, eventualmente indicando anche la preferenza per uno dei candidati alla carica di Consigliere appartenenti alla stessa lista, e tracciando contestualmente un segno sul nome di un candidato Sindaco non collegato alla lista votata: così facendo si ottiene il cosiddetto “voto disgiunto”;
3. tracciando un segno solo sul nome del Sindaco, votando così solo per il candidato Sindaco e non per la lista o le liste a quest’ultimo collegate.

Nei Comuni con più di 15.000 ab. è eletto Sindaco al primo turno il candidato che ottiene la maggioranza assoluta dei voti validi (almeno il 50% più uno). Qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare la seconda domenica successiva per scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti (ballottaggio). In caso di parità di voti al primo turno, verrà ammesso al ballottaggio il candidato alla lista più votata (maggiore cifra elettorale) e, in caso di ulteriore parità, verrà ammesso il più anziano di età (gli stessi criteri saranno usati in caso di parità nel ballottaggio). Al secondo turno viene eletto Sindaco il candidato che ottiene il maggior numero di voti. Per stabilire la composizione del Consiglio si tiene conto dei risultati elettorali del primo turno e degli eventuali ulteriori collegamenti nel secondo. In pratica, se la lista o l’insieme delle liste collegate al candidato eletto Sindaco nel primo o nel secondo turno non hanno conseguito almeno il 60% dei seggi ma hanno ottenuto nel primo turno almeno il 40% dei voti, otterranno automaticamente il 60% dei seggi. I seggi restanti saranno divisi tra le altre liste proporzionalmente alle preferenze ottenute.

Servizio elezioni
Il calendario e gli orari dell’ufficio carte d’identità
In occasione delle Elezioni del Parlamento Europeo e delle Elezioni del Sindaco e dei Consiglieri Comunali indette per il giorno 25 maggio 2014, al fine di consentire ai cittadini elettori di recarsi alle urne con valido documento di riconoscimento, gli uffici Carte d’Identità del Comune siti in Via Calastro, n.1 (ex Complesso Mulini Meridionali Marzoli) ed in Viale Sardegna (c/o Mercato Ortofrutticolo), saranno aperti al pubblico anche di pomeriggio, secondo il seguente calendario: Lunedì 12 maggio dalle 16 alle 18; Martedì 13 maggio dalle 16 alle 18; Mercoledì 14 maggio dalle 16 alle 18; Giovedì 15 maggio dalle 16 alle 18; Venerdì 16 maggio dalle 16 alle 18; Lunedì 19 maggio dalle 16 alle 18, Martedì 20 maggio dalle 16 alle 19; Mercoledì 21 maggio dalle 16 alle 19; Giovedì 22 maggio dalle 16 alle 19; Venerdì 23 maggio dalle 16 alle 19; Sabato 24 maggio dalle 9 alle 15; Domenica 25 maggio dalle 9 alle 22.

Per cosa si vota
Quest’anno le Elezioni Amministrative coincideranno con le Elezioni Europee  
Le Elezioni Comunali 2014 si svolgeranno il prossimo 25 Maggio dalle ore 7.00 alle 23.00, mentre i ballottaggi si terranno l’8 Giugno. Quest’anno le Elezioni Amministrative coincideranno con le Elezioni Europee. Il Parlamento europeo è l’unico organo dell’Unione Europea eletto direttamente dai cittadini. Il Parlamento europeo è attualmente composto da 754 deputati per rappresentare i cittadini. Sono eletti ogni cinque anni dagli elettori di tutti i 28 Stati membri dell’Unione europea per conto dei suoi 500 milioni di cittadini. E’ molto importante ricordare che l’Articolo 22 del TFUE stabilisce che in occasione delle elezioni del Parlamento Europeo ogni cittadino dell’unione residente in uno Stato di cui non è cittadino ha il diritto di voto nello Stato in cui risiede, alle stesse condizioni dei cittadini di detto Stato.I cittadini di tutta L’Unione Europea voteranno per eleggere il Parlamento europeo e si pronunceranno sul tipo di Europa in cui vogliono vivere. Per l’elezione del Sindaco e del Consiglio Comunale (24 Consiglieri), il provvedimento del ministro dell’Interno Angelino Alfano fissa il turno elettorale nella stessa data delle elezioni europee e cioè il 25 maggio causa i principi di riduzione della spesa pubblica. Eventuale ballottaggio l’8 giugno.

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 21 maggio 2014