Il tecnico corallino ringrazia il presidente per l’acquisto di spessore. Ma non è finita qui…

E’ un Pino La Scala raggiante quello che si presenta in sala stampa nel dopo-gara con l’Ippogrifo: una vittoria importante quella di ieri, necessaria per cancellare la sconfitta di Sabato con la Gelbison e riprendere l’inseguimento al Cosenza .” All’inizio eravamo impauriti- afferma- si vede che c’erano ancora fatica e scorie legate alla sconfitta di Sabato”. Un La Scala- nella foto- che crede fortemente nelle potenzialità di questo gruppo, cosa della quale, a suo parere, non se n’è ancora convinta la squadra: ” La squadra non capisce il potenziale che ha. Anche oggi, giocando male, abbiamo avuto tre occasioni nitide per passare in vantaggio. E’ inutile prendersi in giro: solo il risultato è la medicina giusta per credere nelle proprie potenzialità”. Inevitabile poi che il discorso cada sull’ultimo arrivato in casa corallina: “Innanzitutto voglio ringraziare il presidente Cirillo per il grandissimo acquisto: mi ha fatto capire che ha fiducia in me. Su Solimene posso dire che ha qualità eccezionali e sono convinto che infiammerà il Liguori”. Ma i ringraziamenti potrebbero non essere finiti qui:” In pentola bolle qualche sorpresa, ma faremo trapelare il nome solo quando l’acquisto sarà a portata di mano”. Tornando al lato sportivo, la politica di La Scala è sempre la stessa:” Voglio fare programmi a breve gittata, adesso pensiamo al Vittoria: domenica sarà una gara ostica”. Infine La Scala dispensa complimenti a due dei suoi:” Non sono abituato a parlare dei singoli, non è nella mia filosofia, ma credo che oggi meritino una menzione particolare Visciano e Lagnena. Il primo è il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere: è un ragazzo intelligente che in qualsiasi ruolo lo metti- Visciano nasce centrocampista centrale, oggi impiegato come terzino destro- fa grandissime partite. E’ un piacere allenarlo. Anche Lagnena ha giocato in un ruolo non suo- Lagnena è stato sempre impiegato come terzino destro, oggi schierato al centro della difesa- ma è stato bravissimo se teniamo conto del valore dei due attaccanti avversari Tortora e Di Sabato”. Sul fronte mercato, la novità dell’ultim’ora è il trasferimento ufficiale di Pirro all’Ischia. A questo punto, staff tecnico e dirigenza dovranno individuare il suo sostituto. A tal proposito, ieri il presidente Cirillo è stato chiarissimo: “Siamo sul mercato da un paio di giorni e cerchiamo il massimo. Vogliamo prendere una punta di spessore o se troviamo una coppia ne potremmo prendere addirittura due. In tal caso, però, andranno via due attaccanti”. Qualcosa in più, però, si saprà la settimana prossima visto che domenica si tornerà nuovamente in campo.

Andrea Liguoro




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono