Dal PDL a Futuro e Libertà: chi cambierà casacca?

Torre del Greco – La rottura di Gianfranco Fini con il Popolo della Libertà potrebbe avere effetti anche sulla politica locale. L’Amministrazione corallina, l’unica in Italia ad avere un’alleanza tra berlusconiani e dipietristi prima che si unissero tutti nel maxigruppo PDL che compone la maggioranza guidata da Ciro Borriello, potrebbe essere messa a rischio da guerre interne. Infatti, insistenti voci provenienti dai corridoi di Palazzo Baronale, affermano che potrebbe essere in atto una scissione da parte di alcuni componenti della maggioranza che sarebbero pronti a confluire nel nuovo partito finiano Futuro e Libertà. Smentiscono i diretti interessati, tra cui anche il sindaco che assicura che la sua maggioranza è ancora salda e continua a lavorare per la città. Lo storico militante di AN ed ex capogruppo del PDL Francesco Mirabella commenta: “Per ora siamo tutti componenti del PDL. Staremo a vedere se qualcuno prenderà altre strade. Personalmente sono dove Gianfranco Fini mi ha portato”. Una tegola che potrebbe creare ulteriori problemi alla maggioranza, che già nei scorsi mesi ha dovuto affrontare una lesione interna. Infatti, quattro consiglieri fecero tremare la poltrona di Ciro Borriello disertando ben due consigli comunali; tuttavia il primo cittadino fu salvato da alcuni componenti dell’opposizione, che restarono in aula mantenendo il numero legale. Un nuovo scenario che potrebbe ridisegnare il volto politico della città del corallo in vista delle prossime elezioni.

Andrea Scala




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono