L’appuntamento è in Umbria

“Le corallare. Il lavoro femminile nell’universo del Magico Rosso”: questo il tema della mostra incentrata come già si intuisce dal titolo al ruolo determinante delle donne nella lavorazione dell’oro rosso di Torre del Greco, che sarà aperta al pubblico fino al 13 gennaio. L’arte delle corallare si tramanda già da secoli, non a caso su quattromila persone adibite in passato alla lavorazione del corallo, tremila erano di sesso femminile. A conferma della forte propensione delle donne torresi verso questa professione fu istituita in passato la Real fabbrica de coralli ad opera del marsigliese Paolo Bartolomeo Martin che in seguito, considerato il grande successo che ebbe questa prima istituzione, fu precursore anche di altre strutture sempre legate alla lavorazione del corallo. Per quanto concerne l’abilità delle corallare è facile immaginare che certe mansioni quali il taglio dei rami di corallo più sottili o il confezionamento di collane fossero più vicine alle donne, che, nel corso degli anni hanno consolidato quest’arte, rendendo così possibile anche la mostra che si terrà a Corciano. Certamente è ragguardevole che le nostre tradizioni ricevano considerazione anche da altri paesi, però sarebbe forse stato più naturale che iniziative del genere partissero soprattutto dal nostro comune., potendo contare su una preziosa risorsa quale quella della lavorazione del corallo.
Paola Russo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono