(a) per gli abbonati o in edicola – Torre del Greco – Con l’influenza H1N1, il rischio pandemia fa ancora più paura e molti ricorrono al vaccino come prevenzione. Purtroppo a Torre del Greco è presente solo un centro vaccinazioni, mentre la legge ne impone uno per ogni 30.000 abitanti; a Torre, quindi, ce ne vorrebbero almeno tre. Per i bambini, considerati maggiormente a rischio, la dottoressa Olga Sessa, Assessore con deleghe alla Medicina scolastica ed alla Politica per la prima infanzia, precisa: “E’ indispensabile una educazione alla salute per il cittadino. Bisogna rivolgersi al pediatra per qualsiasi problema, evitando, così, di andare all’ospedale per cose che non sono poi così gravi”. Dal Bottazzi il Dottor Angelo Boccia si esprime in merito alla questione: “E’ una situazione critica: con l’influenza H1N1 e le vaccinazioni normali, l’unico centro vaccinale presente a Torre si affolla notevolmente ed abbiamo serie difficoltà a sopperire i bisogni dei pazienti. La sanità torrese non risponde alle richieste del cittadino”. Chi potrebbe denunciare questa situazione? “Sicuramente il Sindaco – continua Boccia – essendo il primo responsabile della sanità comunale. Siccome Torre del Greco è divisa in due grosse zone, ovvero Torre centro e Santa Maria la Bruna, sarebbe indispensabile avere un altro centro vaccinale in quest’ultima zona; si eviterebbe, così, di affollare l’unico centro vaccinale presente, che a volte accoglie pazienti da Ercolano”.

Andrea Scala

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola il 4 novembre 2009




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono