Più spazi sul territorio

(a) Torre del Greco – La città registra una forte mancanza di spazi di aggregazione giovanile, dove si possono promuovere iniziative, momenti di socializzazione e di libera espressione creativa. Tuttavia ci sono tanti edifici in disuso che potrebbero essere riqualificati ed utilizzati a tal fine; uno di questi è l’ex Centro Servizi Culturali.
L’immobile, sito in piazzale Cesare Battisti, è di proprietà della Regione Campania; esso fu inaugurato nel 1979 e per anni ha operato come Centro Servizi Culturali con annessa biblioteca ed emeroteca. Nel dicembre 1995 i Centri Servizi Culturali furono soppressi per deliberazione della giunta regionale, così l’edificio fu provvisoriamente adibito a sede distaccata del servizio Istruzione della Regione. La struttura fu definitivamente chiusa nel 1998 ed il personale addetto fu trasferito ad altre sedi. Lasciato all’incuria e all’abbandono, nell’estate 2007 l’immobile è stato inoltre interessato da un’infiltrazione fognaria per cui il patrimonio documentale ancora presente nei locali è stato quasi completamente distrutto. A dieci anni dalla sua chiusura, la Regione Campania, nell’agosto 2008, ha approvato la ristrutturazione dell’edificio. “La gara di appalto è stata assegnata da più di sei mesi – afferma Vito Nocera, Consigliere Regionale ed autore di due interrogazioni in merito a tale questione – Purtroppo il Protocollo sulla legalità impone che la ditta esecutrice dei lavori riceva un’autorizzazione per il loro avvio dalla Prefettura. Visto che tale documento tardava ad arrivare, abbiamo richiesto alla stessa una certificazione in deroga, così che i lavori possano iniziare. Giovedì 26 marzo è avvenuto un primo sopralluogo dell’edificio; i primi di settembre dovrebbero iniziare i lavori di ristrutturazione”.
La struttura ritornerà ai vecchi fasti; essa sarà dotata di uffici informativi per la formazione professionale ed aule dove si terranno corsi finalizzati al conseguimento delle certificazioni utili per l’ingresso al lavoro; ci sarà anche una sala pubblica per convegni che sarà messa a disposizione di tutte le associazioni che ne richiederanno l’utilizzo. Nel progetto della Regione è prevista anche un’emeroteca ed una sala radio per la Protezione Civile.
“In itinere potranno essere decise nuove destinazioni per i locali a seconda delle esigenze dei cittadini – continua il Consigliere Regionale – Bisognerà monitorare i lavori e accertarsi che tutto proceda da programma”.
Maria Consiglia Izzo

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea de La Torre 1905 in edicola l’1 aprile 2009




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono