In manette 36 malviventi

(a) Torre del Greco – Si è concluso con 36 arresti il maxi blitz anti camorra condotto dai carabinieri di Torre del Greco nella notte del 17 luglio scorso. Le accuse che hanno fatto scattare le due ordinanze di custodia cautelare del DDA di Napoli sono di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, traffico di droga e omicidio. Cinque i clan camorrisitici colpiti, tutti operanti nell’area orientale di Napoli. Sono finite in manette venti persone affiliate ai clan "Sarno", "Cuccaro" e "De Luca Bossa” che operano nelle zone di Barra, Ponticelli e Cercola; dovranno rispondere a vario titolo di associazione per delinquere di stampo mafioso, omicidio, violazione della legge sulle armi, estorsione e associazione finalizzata al traffico e spaccio di stupefacenti. Stessi capi d’imputazione per gli altri sedici arrestati che risultano affiliati ai clan "Rinaldi – Reale” e "D’Amico – Mazzarella", operanti nell’area di San Giovanni a Teduccio.
Rita d’Agostino
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 27 luglio 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono