Sgominata una banda che da tempo trafficava stupefacenti

Scovata dalla Polizia una banda di delinquenti che da tempo gestiva traffici di stupefacenti. Dopo un lungo periodo di indagini ed appostamenti, gli uomini del locale commissariato di Polizia diretto dal primo dirigente Pietro De Rosa, sono riusciti ad intercettare le persone coinvolte nell’attività illecita e soprattutto sono risaliti al luogo dove avveniva lo spaccio di sostanze stupefacenti. L’operazione che ha condotto agli arresti dei malviventi è avvenuta nella serata di lunedì, i poliziotti infatti, si erano appositamente nascosti fin dalle ore 20 nei pressi della casa dove c’era l’andirivieni di clienti, tenendo così sotto controllo l’abitazione sospetta: un appartamento sito alla prima traversa di Santa Teresa, esattamente al civico 17. Fin dalle ore 20 nello stabile c’è stata la presenza costante di Annamaria Esposito – 41 enne torrese con alle spalle già alcuni precedenti penali -. Mentre all’esterno dell’abitazione, posizionati in maniera da evitare visite sgradite c’erano appostati Pietro Esposito –nato a Napoli nel 1977 con diversi precedenti penali quali detenzione di materiale esplodente, rapina, stupefacenti e violazione delle leggi sanitarie – e inoltre con lui c’era anche Gabriella Pernichetti – nata nel 1980 a Torre del Greco e con alle spalle reati quali rapina e traffico di stupefacenti -. Sempre in quelle circostanze è stata segnalata anche la presenza di un minorenne: F.R. che conduceva un ciclomotore, successivamente sequestratogli, e di altri due malviventi che fungevano da “palo” : C.C e C.M. Intorno alle 22 giunge sul posto anche Esposito Sofia (nella foto a destra) – affiliata del clan Falanga indicata anche come capobanda -, seguita dall’arrivo di due giovani intenzionati all’acquisto di droga. Poco dopo i due giovani sono stati fermati in zona centro dalla Polizia, e ritrovati con addosso due stecchette di hashis acquistato poco prima. Ma evidentemente i due sono stati notati da un terzo giovane che, giungendo anch’egli presso quell’abitazione, ha potuto allertare gli altri della presenza della Polizia. Tempestivo il tentativo di nascondere la merce, che viene addirittura impacchettata e gettata oltre un’inferriata, per essere poi recuperata poco dopo, quando i malviventi pensano si sia trattato soltanto di un falso allarme. Soltanto intorno all’una di notte gli uomini della Polizia sono intervenuti e sono questi i risultati del fruttuoso blitz portato a termine: solo nella casa infatti sono stati rinvenuti ben 25 grammi di cocaina, 20 grammi di hashis, un bilancino di precisione, due coltelli anneriti e circa 5.600 euro, mentre altri grammi di droga sono stati ritrovati negli indumenti intimi di alcuni componenti della banda. Conclusione simile per tutti: denuncia per associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti. Un ottimo risultato quindi per un’operazione premeditata da tempo.
Paola Russo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono