Avviata la raccolta firme, continua l’impegno per la salvezza dell’ospedale torrese

Torre del Greco – Si è tenuto giovedì 10 giugno, nell’aula consiliare del Palazzo Baronale, un nuovo incontro tra il comitato in difesa dell’ospedale Maresca e l’amministrazione, per discutere delle sorti del nosocomio torrese.
Dopo l’incontro di circa venti giorni fa nella chiesa di porto salvo e l’avvio della raccolta firme da parte del comitato, si è discusso su quali sono le prossime mosse per risolvere i gravi problemi in cui versa il Maresca.
A presenziare alla riunione c’erano, come rappresentanti dell’amministrazione, il presidente del consiglio comunale Michele Polese, il portavoce del sindaco Antonio Borriello e l’assessore alla sanità Emanuele Matachione e circa venti persone.
Il portavoce del sindaco, Antonio Borriello precisa: “Il sindaco mette in campo tutte le sue energie e le sue possibilità, ma la competenza è della Regione. Il primo cittadino – continua il portavoce – avrà nella prossima settimana, un incontro con il presidente della Regione Campania Stefano Caldoro”.
Anche l’assessore Emanuele Matachione si esprime sulla questione: “Ho operato come dottore a Torre del Greco e so l’importanza dell’ospedale Maresca. Pochi giorni dopo l’assessorato – continua Matachione – sono andato con il sindaco sull’ospedale e sono rimasto scandalizzato. Mancava di tutto, anche i rotoli di carta igienica”.
Presenti anche molti cittadini di Ercolano, insoddisfatti per l’assenza del neo-sindaco Strazzullo, lamentando che quest’ultimo non ha mantenuto la promessa di avviare la raccolta firme.
Continua l’impegno per la salvezza del Maresca, che si avvia a passare un’altra estate caldissima.

Andrea Scala




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono