Rubò una motocilcetta, identificato dopo 3 mesi

Ad aprile rubò una motocicletta ad una malcapitata 40enne torrese. Ricontatta dal malvivente, la donna “sborsò” ben 250 euro per riaverla. Un vero e proprio cavallo di ritorno che però, a distanza di tre mesi, si è rivelato determinante per incastrare Salvatore Tammaro, 29enne torrese residente in via Giardini del Carmine. L’uomo è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Polizia di via Marconi – diretti dal primo dirigente Pietro De Rosa – al termine di una lunga e laboriosa indagine. La donna infatti, subito dopo aver subito il furto, fu contattata in breve tempo da Tammaro, che le propose di riavere la motocicletta in cambio di 250 euro. Un’estorsione subito denunciata dalla 40enne agli inquirenti, che durante una ricognizione fotografica sono riusciti a risalire all’identità di Salvatore Tammaro. Il 29enne, già volto noto alle forze dell’ordine per i suoi diversi precedenti penali, è stato così raggiunto dagli agenti di polizia che non hanno potuto far altro se non stringergli le manette ai polsi.
Paola Russo




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono