Protesta dei genitori

Tutto nasce dagli stipendi conferiti a singhiozzo ai responsabili della ditta di pulizia. I pagamenti in ritardo hanno innescato una vera e propria reazione a catena: le pulizie all’interno della scuola procedono a rilento, aule e corridoi non appaiono certo lindi e splendenti, la protesta degli addetti si somma a quella dei genitori degli alunni. Questo lo scenario davanti al quale si sono ritrovati i carabinieri di Torre del Greco, convocati presso la scuola materna ed elementare Giovanni Paolo II quando i toni erano già fin troppo accesi. Successivamente è stato disposto l’intervento del personale dell’Asl, che ha effettuato un accurato sopralluogo e redatto un’apposita relazione sulle condizioni igieniche in cui versa la struttura di via Curtoli. “I funzionari dell’Asl hanno evidenziato – ripete Alberto Mennella, rappresentante dei genitori del II circolo didattico – che le nostre lamentele erano fondate. Nel frattempo alcune mamme si sono persino improvvisate operatrici scolastiche e hanno pulito almeno i bagni, per consentire ai figli di andare regolarmente a scuola”.
Simone Ascione

 
Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 7 dicembre 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono