La lettera aperta del neo Comitato

Torre del Greco – Sempre più sentita, da parte dei cittadini torresi e non solo, la vicenda che vede coinvolta la Dimaiolines. Dopo un primo momento di confusione nasce il Comitato "Amici della DiMaioLines" e di seguito si riporta fedelmente la loro prima lettera aperta:

"Apprendiamo con estremo piacere il comunicato della società, che giunge dopo circa venti giorni di silenzio.
Silenzio che ha portato ad una profonda disperazione tutti i risparmiatori torresi e non, che nella famiglia Di Maio hanno creduto e hanno avuto somma fiducia.

Siamo consapevoli che, quando è in corso un’indagine, l’astensione ad ogni iniziativa ufficiale è consigliabile, ma riteniamo che un comunicato come questo poteva essere diffuso decisamente prima, senza lasciare le persone in completo smarrimento e disorientamento evitando il proliferarsi di voci infondate.

Inoltre proprio per sopperire a questa mancanza di comunicazione era stato creato un sito on-line ( www.amicidimaiolines.altervista.org).

Ci avete detto di pazientare ed abbiamo pazientato ma davanti al silenzio è chiaro che anche le persone più calme e fiduciose si lasciano prendere dal panico.

Di questa grave situazione di crisi lo abbiamo appreso solo in questi giorni, così come la trasformazione della società da SPA (da cui tutti hanno acquistato le obbligazioni) in SRL (che è avvenuta invece un anno e mezzo fa) e come, infine, la messa in liquidazione della società lo scorso 23 settembre.

Tuttavia noi del comitato “Amici della DiMaioLines” ci sentiamo molto vicini e solidali alla famiglia Di Maio.

Noi non siamo capitalisti o imprenditori, ma siamo lavoratori dipendenti e pensionati, che sono riusciti a mettere da parte nel tempo e con tanti sacrifici e molte rinunce, dei risparmi, rinunciando ad un paio di scarpe nuove o su un vestito.

Risparmi che non riusciremo mai più a mettere da parte e che, se andranno perduti, ci ridurranno sul lastrico. Pertanto speriamo che non succeda mai il peggio per nessuno.

Noi non possiamo permetterci di perdere in nostri risparmi!!!

Lo abbiamo fatto in buona fede pensando ad un futuro un po’ più roseo per noi o per i figli.

Lo abbiamo fatto come fanno e come farebbe qualsiasi essere umano.

Lo abbiamo fatto perché abbiamo avuto fiducia in voi, nelle vostre parole, nella vostra famiglia anche allargata e nelle vostre origini, che ci avete più volte ricordato.

Ci avete mostrato affetto, e ve ne abbiamo dato, ci avete mostrato umanità e vi abbiamo apprezzato, ci avete detto che eravamo Amici e ci abbiamo creduto.

Abbiamo creduto in voi e vogliamo ancora credere.

Ma ad evitare il normale dilagare del panico e del terrore invitiamo un vostro portavoce a farsi presente nel prossimo incontro e/o stabilire costantemente un canale comunicativo, perché il silenzio conduce alla paura.

Noi con voi siamo disponibili al dialogo, siamo disponibili a pazientare ed aperti al ragionamento.

Comprendiamo la situazione e vi verremo incontro. Da questo punto di vista avrete tutta la nostra disponibilità ma non accetteremo mai l’idea di vedere vanificati il frutto dei nostri sacrifici.

Al di là di tante carte, c’è anzitutto un rapporto umano tra Noi e Voi. Un rapporto profondo tra un popolo e la vostra famiglia così tanto radicata nel nostro territorio; un rapporto di stima e di fiducia tramandato da varie generazioni, di uomini di un tempo che solo con una stretta di mano onoravano gli impegni presi più di quanto si possa fare con un contratto firmato.

Molti di noi, quelli più anziani, conoscono personalmente i vostri anziani. Voi siete i “Di Maio di terza generazione”, fatevi anche voi onore come i vostri antenati. Onorate il “nome della vostra famiglia” come da vostro comunicato; altrimenti butterete all’aria tutti i sacrifici, le competenze ed il know-how tramandato e maturato in decenni, distruggendo irrimediabilmente la credibilità del Vs. cognome.

Noi speriamo che in questa situazione di crisi mondiale, dove muoiono tante piccole aziende soprattutto nel nostro Meridione, quelle poche realtà rimaste continuino a sopravvivere portando sviluppo e PIL al nostro paese, approfittando di un periodo come questo dove si iniziano a vedere i primi segnali di ripresa economica mondiale.

Per questo ci auspichiamo lo scongiurarsi del peggio ed una ripresa delle attività.

Viceversa questa situazione sicuramente si ripercuoterà a macchia d’olio su tutto il territorio come un effetto domino, coinvolgendo altre belle e poche realtà in un territorio difficile e complicato come il nostro.

Fiduciosi di un Vs. riscontro, al prossimo incontro, vi porgiamo

Cordiali Saluti,
Gli Amici della DiMaioLines




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono