Dal 15 marzo partiranno gli interventi di deblattizzazione sull’intero territorio comunale di San Giorgio a Cremano.

Le attività saranno effettuate secondo un calendario stilato insieme all’ufficio Ambiente, al fine di agire in anticipo rispetto al periodo in cui si riscontra il proliferare di blatte, ovvero con l’avvicinarsi della alte temperature.

Come ogni anno però, è necessario agire in sinergia con i condomini, attraverso gli amministratori di condominio che dovranno effettuare prima dell’avvio delle attività sul territorio, quindi entro il 15 marzo, la disinfestazione delle fosse settiche e delle reti fognarie condominiali e/o di pertinenza privata, nonchè della griglia di raccolta delle acque meteoriche e dei tratti fognari di collegamento/ allacciamento all’impianto stradale comunale.

Gli amministratori dovranno consegnare comunicazione dell’avvenuto intervento presso l’Ufficio Ambiente dell’Ente.

L’ordinanza “antiblatte” (N.5 dell’11/02/2022) rende pertanto obbligatori tali interventi, che se non verranno effettuati prevedono una sanzione fino a 500 euro. Si tratta di una misura fondamentale per non vanificare le attività che l’ente mette in campo, come si è verificato talvolta nel corso degli anni scorsi, in alcune aree della città.
Imprescindibile quindi l’intervento preventivo da parte dei condomìni negli spazi che non sono di pertinenza pubblica, per scongiurare il proliferarsi di blatte.

Insieme all’assessore Carlo Sarno, ribadiamo che tenere pulita la nostra città è compito di tutti. E’ importante che ogni luogo del territorio sia fruibile e vivibile senza rischi; e questo vale sia per gli spazi pubblici che per quelli privati.
Pertanto è opportuno che tutti rispondano all’appello sul fronte igienico-sanitario, compresi gli amministratori di condominio e i proprietari delle abitazioni indipendenti per assicurare la totale prevenzione del fenomeno”.

Lo rende noto il sindaco Giorgio Zinno.