Roma – E’ stato pubblicato, infatti, il Decreto Dipartimentale n.2318 del 20 dicembre 2019, con il quale viene prorogata la scadenza del bando MIUR relativo al nuovo concorso ATA indetto per la internalizzazione dei servizi presso le scuole statali. La procedura selettiva è finalizzata all’assunzione a tempo indeterminato di 11.263 Addetti alle Pulizie ed è rivolta a candidati che abbiano svolto, per almeno 10 anni, anche non continuativi ma che includano gli anni 2018 e 2019, servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendenti a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento degli stessi.

In sostanza, dunque, il bando ATA è aperto ai lavoratori dipendenti a tempo indeterminato di aziende che fornivano i servizi di pulizia alle scuole, che abbiano lavorato per 10 annicomprensivi degli anni 2018 e 2019, anche non continuativamente. La selezione pubblica, che è per titoli, si svolge su base provinciale e per i vincitori è prevista l’assunzione con rapporto di lavoro a tempo pieno e/o parziale al 50% ed indeterminato, nel profilo professionale di Collaboratore Scolastico.

Per ulteriori dettagli relativi ai requisiti necessari per partecipare al concorso ATA 2020 si rimanda alla lettura integrale del bando. Scadenza 8 gennaio 2020.

Le domande di partecipazione devono essere presentate esclusivamente online, entro le ore 14.00 del giorno 8 gennaio 2020, in una delle seguenti modalità:

– attraverso l’applicazione ‘Piattaforma Concorsi e Procedure selettive’ raggiungibile dal portale web www.miur.gov.it (Ministero > Concorsi > Procedura selettiva per la internalizzazione dei servizi > Presentazione della domanda > Vai alla domanda). Per presentare l’istanza con questa modalità occorre possedere le credenziali SPID;
– tramite la piattaforma web POLIS – Presentazione On Line delle IStanze del MIUR. Per presentare l’istanza in questa modalità occorre disporre di un’utenza valida per l’accesso ai servizi presenti nell’area riservata MIUR con l’abilitazione specifica al servizio ‘Istanze on Line (POLIS)’.

E’ possibile fare domanda in una sola regione e per l’ambito territoriale della provincia in cui hanno sede le istituzioni scolastiche nelle quali il candidato presta la propria attività lavorativa al momento della presentazione dell’istanza.