Caos rifiuti. Dopo la notizia dell’avvio del procedimento per l’annullamento dell’aggiudicazione definitiva e della dichiarazione di efficacia della stessa relativamente alla gara per l’appalto del servizio di igiene urbana per la raccolta differenziata da parte del Comune di Torre del Greco, torna sull’argomento il presidente della commissione Trasparenza, Domenico Maida. “Una notizia che sinceramente non mi sorprende – ha commentato l’esponente di Italia dei Valori -. E’ ormai chiara la volontà dell’Amministrazione Borriello di voltare pagina e “cacciare” a tutti i costi la ditta che attualmente gestisce il sevizio di igiene urbana sul Domenico-Maida-Consiglierenostro territorio. Certo – continua Domenico Maida – è che le accuse, lette nel comunicato stampa dell’Ente, mosse nei confronti della ditta sono gravi. Ragion per cui, in qualità di presidente della commissione Trasparenza ho prontamente richiesto al segretario generale nonché dirigente ad interim del settore Ambiente dell’ente copia dell’avvio del procedimento per l’annullamento dell’aggiudicazione definitiva e della dichiarazione di efficacia della stessa relativamente alla gara per l’appalto del servizio di igiene urbana”. “Ancora più interessante – aggiunge il consigliere comunale dell’idv – sarà poi leggere le controdeduzioni che la ditta accusata riterrà di fornire”. Poi: “Questa storia mi da tutta l’impressione di una “soap opera”, mi auguro, per e nell’interesse della collettività amministrata, che si arrivi quanto prima a mettere la parola fine sulla vicenda in un senso o in un altro”. “Questa amministrazione – chiosa Maida – da quando si è insediata ha pensato solo ed esclusivamente a come rescindere il contratto con la Ego Eco come se la città risentisse di questo unico problema. Sono ormai trascorsi mesi dall’insediamento del Sindaco Borriello e delle roboanti promesse fatte e ascoltate in campagna elettorale non vi è traccia alcuna. L’unico provvedimento, anzi due, che questa amministrazione è stata capace di produrre è quello relativo alla “caccia alle streghe” della “monnezza”. Auguro al sindaco Borriello, dopo l’ennesimo colpo inflitto alla Ditta, di ritrovare la lucidità e la serenità che lo consentono di concentrarsi per far ripartire la nostra città dal fango in cui, in soli pochi mesi, è stato capace di cacciarla. Altrimenti, se non è capace, ci faccia la cortesia, si faccia da parte e rassegni le dimissioni, ammettendo il personale fallimento politico e quello della sua maggioranza”, ha concluso Domenico Maida.