Il 19 gennaio è cominciato “EDURISK 2015”, un progetto di formazione e sensibilizzazione per 332 docenti di 34 istituti scolastici dei comuni delle zone rosse del Vesuvio e dei Campi Flegrei. Il progetto di formazione e sensibilizzazione è stato promosso dal Dipartimento della Protezione Civile e Istituto Nazionale di VesuvioCono_300Geofisica e Vulcanologia, con la partecipazione delle sezioni INGV di Bologna, Milano, Roma e Napoli Osservatorio Vesuviano, della Regione Campania e dell’Ufficio Scolastico Regionale. Il suo scopo  è quello di coinvolgere il mondo scolastico in un percorso di scoperta dei rischi, al fine di accrescere la consapevolezza e avviare strategie di prevenzione e riduzione dei rischi naturali. Il programma si svolgerà in varie scuole fino al 27 c. m. e si articolerà in un corso di formazione per gli insegnanti, finalizzato all’approfondimento delle conoscenze sul rischio sismico e vulcanico nello specifico contesto locale. I docenti saranno coinvolti in un percorso di lavoro nelle singole classi, nel corso dell’anno scolastico, con un supporto a distanza via web per l’approfondimento di temi specifici, la progettazione educativa, la fornitura di materiali di lavoro e la condivisione delle esperienze formative. Vi sarà poi un incontro conclusivo di valutazione per la verifica dell’impatto formativo dei percorsi educativi e la discussione dei risultati del progetto. Tra le scuole coinvolte anche l’Istituto Comprensivo “Giampietro Romano” di Torre del Greco, in cui si è già tenuto un incontro lo scorso 19 gennaio e se ne terrà un altro il 26. “Un cittadino consapevole è in grado di informarsi ed essere attore, in prima persona, nel grande meccanismo di protezione civile italiano”, così il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Franco Gabrielli,  ha sottolineato la rilevanza del progetto .
Marika Galloro