Torre del Greco – La sorpresa e lo stupore è apprendere che di fronte ad un disagio cittadino, il sindaco si preoccupi in prima battuta di sollevarsi da oneri. Il nostro non era un attacco alla persona che chiaramente non ha autorità in merito, ma un invito a Poste ad interfacciarsi col territorio.

Purtroppo, allo stesso tempo, sarebbe giusto che il primo cittadino tutelasse la propria città, come fatto da altri suoi colleghi, rivendicando la fruizione di servizi universali, quali la posta offre. Il presidio e la capillarità sul territorio di un’azienda così importante come Poste Italiane è la cartina tornasole dell’importanza economico-sociale di una città.

Sarebbe auspicabile che il Sindaco rivendicasse lo status cittadino e l’ambizione di diventare a stretto giro un comune dalla forte attrattività turistica. Condizione che aumenterebbe il flusso di utenze negli uffici postali. Invece riscontriamo ancora una volta solo silenzi e scaricabarili. Da parte nostra continueremo ad avere la massima attenzione in merito, a giorni cercheremo di incontrare le realtà sindacali ed i gestori per verificare le criticità. Il nostro obiettivo è comprendere le eventuali difficoltà emerse sia per quanto riguarda l’ufficio di Santa Maria La Bruna che relativamente all’ipotesi di chiusura pomeridiana di quello a via Mons. Felice Romano, e trovarne le soluzioni, pertanto invitiamo lo stesso Sindaco a parteciparvi nel pieno interesse cittadino.

Vincenzo Salerno e Santa Borriello (nella foto)
Movimento 5 stelle Torre del Greco




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono