Napoli – Appuntamento sabato 28 settembre con l’Associazione Loro di Napoli. Una serata esclusiva in una location fiabesca, si tratta dell’ottocentesca Torre del Palasciano che ci apre il portone per una notte indimenticabile. L’ aria salubre del vicino Bosco di Capodimonte giungerà integra fino in cima alla terrazza del singolare edificio, già residenza di Ferdinando Palasciano , illustre medico napoletano e precursore della Croce Rossa Italiana.

Un appuntamento a numero chiuso in una location storica dalla quale lo sguardo umano si perde fino alla Penisola Sorrentina. Chi parteciperà vivrà atmosfere di altri tempi scoprendo un luogo magico dove approdano turisti stranieri per un soggiorno condito da brezza di mare e fresco di bosco.

Quel che credevamo perduto – Scherzo semiserio in musica e parole – ovvero il fascino della seduzione e il giuoco delle parti tra immaginario e realtà. Questo è il titolo dello spettacolo che avrà luogo nel Salone della struttura ricettiva gestita da Rosaria Russo, artista – castellana.

Una performance di musica e teatro tenuta dai chitarristi Antonio Ciniglia (prima chitarra), Ciro Sagitto ( altra chitarra e arrangiatore), Amalia nota (voce narrant ) e la stessa Madame Russo’ , francese di Capodimonte con i suoi amati cappelli.

Una cena composta da prelibatezze della gastronomia napoletana sarà servita sulla terrazza grande della Torre.

Eventi



Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono