Napoli – Pompei – Sorrento – Appuntamenti: Pompei, Arciconfraternita dei Pellegrini, Palazzo Zevallos, Santa Maria la Nova, Surrentum-Vacanze da Imperatori, Palazzo Reale di Napoli.

SABATO 30 MARZO  – ORE 9:45

VIAGGIO A POMPEI: LA CITTÀ SEPOLTA, TRA VITA PUBBLICA E LUSSO PRIVATO

Sabato 30 marzo, per festeggiare la data di inizio degli scavi ufficiali a Pompei nel 1748, il sito archeologico sarà accessibile gratuitamente. Approfittando di tale occasione, la cooperativa Sire vi invita ad una visita per scoprire la vita dei cittadini pompeiani del I secolo d.C. tra pubblico e privato, tra edifici civili come la Basilica, il Macellum, le Terme o i Teatri e l’intimità domestica: sarà così possibile visitare anche alcune delle nuove domus da poco restaurate e riaperte, i loro saloni, con mosaici ed affreschi superbamente conservati (l’apertura di tutte le domus non è garantita, per motivi interni al sito archeologico che esulano dalla volontà della Cooperativa).

PROGRAMMA

ore 9:45 appuntamento presso l’ingresso al Sito archeologico Porta Marina Superiore

(La porta più vicina alla fermata della Circumvesuviana Pompei Villa dei Misteri/linea Napoli – Sorrento)

ore 12:30 fine delle attività

N.B. In occasione delle aperture gratuite potrebbero esserci file alla biglietteria per l’accesso al sito, indipendentemente dalla volontà della Cooperativa. Pertanto l’inizio della visita guidata sarà in relazione a tale situazione.

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO: euro 7,00

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono e va effettuata entro il giorno precedente la visita (fino ad esaurimento posti).

Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI392 2863436 – cultura@sirecoop.it

—————————————————————————————————————————–

SABATO 30 MARZO – 10:30

CONFRATERNITE NAPOLETANE: VISITA ALL’AUGUSTISSIMA ARCICONFRATERNITA DEI PELLEGRINI

L’itinerario di visita comprenderà uno dei più importanti tesori della città di Napoli: il Complesso Museale, situato all’interno dell’ospedale della Pignasecca, testimonianza dell’attività secolare dell’Augustissima Arciconfraternita della SS. Trinità dei Pellegrini e Convalescenti fondata nel 1578 nell’area dell’antica Porta Medina da sei artigiani per assistere inizialmente solo i pellegrini bisognosi di cure e poi, alla fine del 1700, gli ammalati poveri.

La visita guidata al Complesso Museale riguarderà: la chiesa superiore (la santissima Trinità del ‘700 opera di Carlo Vanvitelli), la cinquecentesca chiesa di Santa Maria di Materdomini, la Terra Santa del ‘700 dove venivano seppelliti i confratelli, il maestoso Coro, con gli stalli in radica di noce, la sala del Mandato, la sagrestia, le sale della vestizione e gli altri ambienti annessi

Una serie di ambienti che conservano opere pittoriche, scultoree, artistiche che vanno dal Cinquecento all’Ottocento e testimoniano la storia centenaria dell’istituzione.

PROGRAMMA

10:30 – Raduno partecipanti nei pressi della Stazione della Funicolare/Cumana di Montesanto

12:30 – Fine della visita guidata

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO euro 12,00  (Incluso biglietto di ingresso al Complesso Museale)

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono e va effettuata entro il giorno precedente la visita.

Per la visita all’Arciconfraternita dei Pellegrini vi chiediamo di prenotare entro giovedì 28 in modo da poter raggiungere il numero minimo di partecipanti e poter  a nostra volta confermare l’apertura del Complesso.Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti.

INFO E PRENOTAZIONI392 2863436 – cultura@sirecoop.it

————————————————————————————————————————–

 

 

SABATO 30 MARZO – ORE 17:00

 

I CAPOLAVORI DEL PRINCIPE : RUBENS, VAN DYCK, RIBERA… A PALAZZO ZEVALLOS

 

I CAPOLAVORI DEL PRINCIPE: RUBENS, VAN DYCK, RIBERA… A PALAZZO ZEVALLOS

La visita guidata riguarderà Palazzo Zevallos di Stigliano, oggi proprietà di Banca Intesa Sanpaolo e sede museale di una galleria ricca di capolavori. Costruito per volontà di Giovanni Zevallos nei primi decenni del Seicento, esso rappresenta non solo una fondamentale opera di architettura seicentesca, una parte della storia della città a causa dei numerosi passaggi di proprietà e delle progressive trasformazioni architettoniche, ma anche un importante scrigno di ricchezze, prime tra tutte l’ultimo capolavoro realizzato dal Caravaggio, Il martirio di Sant’Orsola. Attualmente nella galleria è presente la mostra Rubens, Van Dyck, Ribera. La collezione di un Principe. Giovanni Vandeneynden, mercante e collezionista d’arte fiammingo, acquistò il palazzo dalla famiglia Zevallos nel 1653. La mostra riporta eccezionalmente la prestigiosa collezione appartenuta, prima di essere dispersa, alla famiglia e, successivamente, ai principi Colonna di Stigliano che abitarono nella sontuosa dimora di via Toledo dagli ultimi decenni del Seicento: capolavori provenienti da musei italiani e stranieri, grazie a prestiti eccezionali, ritornano a Napoli, per la prima volta nelle stanze dello stesso Palazzo dove a lungo in passato furono custoditi. Dopo lunghi studi che hanno permesso di approfondire e ricomporre la collezione del principe, questa inedita esposizione ha il sapore del “ritorno a casa” di opere straordinarie, tra le qualiil Banchetto di Erode di Rubens (ora a Edimburgo), esemplari di Anthony van Dyck, Aniello Falcone, Luca Giordano, Mattia Preti, Jusepe de’ Ribera, Salvator Rosa, Massimo Stanzione, Guercino, Annibale Carracci, Jan Brueghel, Andrea Vaccaro, numerose nature morte nonché paesaggi e battaglie di altri maestri fiamminghi.

 

PROGRAMMA

17:00 – Raduno partecipanti all’ingresso di Palazzo Zevallos, via Toledo n. 185 –  Napoli

19:00 – Fine della visita guidata

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO: € 10,00 (Incluso biglietto di ingresso)

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono e va effettuata entro il giorno precedente la visita (fino ad esaurimento posti).

Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI392 2863436 – cultura@sirecoop.it

————————————————————————————————————————–

DOMENICA 31 MARZO – 10:45

SURRENTUM – VACANZE DA IMPERATORI

VISITA ALLA MOSTRA DI VILLA FONDI A PIANO DI SORRENTO

 

La visita riguarderà Villa Fondi, a Piano di Sorrento, e il suo Museo. Costruita nel 1840 dal Principe di Fondi don Giovanni Andrea De Sangro in stile neoclassico, la splendida struttura è preceduta da un ampio parco costruito su di un suggestivo costone tufaceo a picco sul mare, da cui si gode di un fantastico panorama sul golfo. La villa, acquistata dal comune di Piano di Sorrento, oggi ospita il Museo Archeologico Territoriale della Penisola sorrentina George Vallet che custodisce reperti dal II millennio a.C. al l’età romana.

Ville marittime che le élite imperiali romane avevano costruito in tutto il golfo di Napoli erano affacciate su panorami mozzafiato, sontuosamente decorate. Da quella che si trovava tra Capo di Massa e Punta Campanella arriva uno dei riferimenti più celebri, il raffinato Ninfeo databile intorno al 50 d.C. che, con una complessa rappresentazione a mosaico di un giardino fiorito popolato di uccelli, pesci e natura morta, alternava nicchie dalle pareti a fontane e zampilli. Esposto fino ad ora in parte nei giardini della villa, la parte mancante è finalmente esposta per la prima volta in Penisola Sorrentina, all’interno del museo. Un’installazione multimediale molto suggestiva ricostruisce per intero l’effetto che doveva avere al tempo, tra colori vividi e cascate d’acqua. Il Ninfeo sarà una delle tappe della visita all’intero museo e alle magnifiche testimonianze custodite.

 

PROGRAMMA

10:45 – Appuntamento al cancello di ingresso del parco del Museo (Villa Fondi) –

Via Ripa di Cassano, 1, 80063 Piano di Sorrento NA

12:45 – Fine della visita guidata

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO euro 8,00  (biglietto di ingresso gratuito)

 

COME ARRIVARE

CON LA CIRCUMVESUVIANA_Linea Napoli-Sorrento, fermata “Piano di Sorrento”. Consigliamo il treno con partenza da piazza Garibaldi alle ore 9:09 e arrivo alle ore 10:13. Il museo dista circa 15 minuti a piedi dalla fermata. Da ia della stazione percorrere via San  Michele e via Francesco Ciampa fino al belvedere di via Ripa di Cassano, dove c’è l’ingresso della Villa.

IN AUTO_Autostrada A3 (uscita Castellammare di Stabia), Stada Statale 145 “Sorrentina”.

Possibilità di parcheggio custoditoa pagamento a pochi metri dall’ingresso della villa (in via delle Rose)

N.B. La PRENOTAZIONEÈ OBBLIGATORIA via mail o telefono e va effettuata entro il giorno precedente la visita (fino ad esaurimento posti).

Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI392 2863436 – cultura@sirecoop.it

—————————————————————————————————————————-

DOMENICA 31 MARZO – ORE 10:30

IL COMPLESSO MONUMENTALE DI SANTA MARIA LA NOVA
L’ARTE RINASCIMENTALE… E IL MISTERO DELLA TOMBA DI DRACULA

La visita guidata al Complesso di Santa Maria la Nova, nel centro storico di Napoli, ci condurrà alla scoperta dell’antico convento che ospita al suo interno notevoli opere dei piu’ celebri artistidella Napoli di fine Cinquecento e inizio Seicento. La chiesa, detta la Nova per distinguerla da quella che un tempo sorgeva nel luogo dove venne poi edificato Castel Nuovo, venne fondata in stile gotico dai Frati Minori nell’ultimo quarto del Duecento sul terreno donato loro da Carlo I d’Angio’ nel 1279 e fu completamente rifatta a partire dal 1596.Da segnalare, tra le innumerevoli bellezze artistiche racchiuse nella chiesa, vi è sicuramente lo splendido soffitto a cassettoni in legno dorato, nel quale sono incassate quarantasei tavole dipinte, fra il 1598 e il 1603, dai più importanti artisti napoletani dell’epoca, vera e propria antologia della pittura napoletana prima di Caravaggio. Dell’antico complesso conventuale visiteremo inoltre il chiostro di San Giacomo, che presenta volte affrescate e numerosi monumenti funerari lungo le pareti. In particolare, il chiostro piccolo è collegata alla recente ricerca avviata su una tomba nella quale studiosi internazionali sostengono che sia sepolto il conte Dracula. La vicenda ha già attirato un enorme numero di visitatori a caccia della tomba del conte.

PROGRAMMA

10:30 Raduno partecipanti presso largo Santa Maria La Nova, Napoli

12:30 Fine della visita guidata

QUOTA PARTECIPAZIONE Euro 12,00(biglietto di ingresso incluso)

N.B. La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA via mail o telefono e va effettuata entro il giorno precedente la visita (fino ad esaurimento posti).

Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436 – cultura@sirecoop.it

—————————————————————————————————————————-

LUNEDì 1 APRILE – ORE 16:45

NELLE STANZE DEL RE: VISITA AL PALAZZO REALE

In occasione dell’ingresso gratuito a Palazzo Reale, la Cooperativa Sire vi accompagna in un regale percorso, partendo dalla storia di piazza Plebiscito, per secoli uno slargo irregolare fino alla costruzione nel Seicento del nuovo Palazzo Reale. Vi racconteremo della realizzazione del Palazzo ad opera di Domenico Fontana e delle trasformazioni urbanistiche avvenute nell’Ottocento, durante il periodo napoleonico e vi faremo  immergere nell’atmosfera regale delle stanze, dei saloni e dei monumentali scaloni del Palazzo Reale che fu costruito a partire dal 1600 e fu abitato prima dai Vicerè spagnoli e austriaci, poi dai Borbone e dai francesi e infine dai Savoia. Visiteremo le stanze reali al Piano nobile, come ci sono state consegnate dalla storia, con gli arredi dell’epoca sapientemente distribuiti. Questo antico nucleo di stanze corrisponde al Grande Appartamento di Etichetta – voluto da Ferdinando II di Borbone e affacciato a mezzogiorno. Dell’appartamento di rappresentanza fa parte anche la sala del Trono, tra le sale recentemente restaurate e riaperte. Decorata da stucchi e da bassorilievi raffiguranti le 12 Province del Regno; il trono ed il baldacchino furono eseguiti intorno al 1853. Qui sedettero re Ferdinando II e Francesco II, gli ultimi sovrani borbonici del Regno delle Due Sicilie.

 

PROGRAMMA

16:45 Appuntamento presso l’ingresso del Palazzo Reale su Piazza Plebiscito, Napoli

19:00 Conclusione delle attività

 

CONTRIBUTO ORGANIZZATIVO: euro 7,00

Lunedì 1 aprile l’ingresso al sito è gratuito

 

N.B. La PRENOTAZIONE È OBBLIGATORIA via mail o telefono e va effettuata entro il giorno precedente la visita (fino ad esaurimento posti).

Tramite mail inviare nome, cognome, numero di cellulare e numero di prenotanti. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti.

INFO E PRENOTAZIONI 392 2863436 – cultura@sirecoop.it