Eboli – Vivere l’autunno e la sua magica atmosfera in un villaggio ispirato alla più antica tradizione anglosassone e americana. Dal 5 ottobre al 1 novembre l’Oasi Vivinatura di Eboli farà da scenario, per cinque week end, al percorso ludico-didattico «La terra delle Zucche», un vero e proprio villaggio autunnale lungo l’intero mese di ottobre con spettacoli dal vivo e attività creative dedicato alle famiglie allo scopo di riunire grandi e piccini, in un’epoca in cui i cellulari e il web conducono al distacco e all’isolamento.

L’appuntamento fa parte del progetto «Ma dove vivono i cartoni?», un’idea promossa da «Animazione in corso Srl» di Aurora Manuele, con la direzione artistica di Francesco Chiaiese. La suggestiva Oasi naturale Vivinatura di Lagosele – a Santa Cecilia in località Torretta ad Eboli –si trasformerà nella Terra delle Zucche: un posto fantastico dove le famiglie provenienti da tutta la Campania potranno trovare zucche, precedentemente coltivate in un campo della zona, di ogni forma e grandezza. Tutto a contatto con la vegetazione e le bellezze della riserva naturale e con i colori dell’autunno.

Un po’ come la FarmerCopleys nel West Yorkshire che ogni anno ospita uno dei più grandi Festival delle zucche di tutto il Regno Unito. Oltre alla festa delle zucche, l’oasi ospiterà tante attività e giochi che i bambini,insieme ai propri genitori, possono fare a contatto con la natura.Tra le tante attività: il laboratorio con le foglie autunnali, la pesca della zucca con il retino, il campo di zucche dove fare tante foto, tavoli per picnic, spettacoli e tributi live a tutti i cartoni animati e le favole, la palestra dei super eroi e tante tante sorprese. Inoltre, camminando nel campo delle zucche i bambini potranno divertirsi a scegliere con mamma e papà la loro zucca ideale, da dipingere o intagliare per poi portare a casa come un trofeo.

Venerdì 1 novembre il gran finale con lo speciale dedicato ad Halloween. L’accesso al villaggio, nei week end del 5-6, 12-13, 19-20, 26-27 e 1 novembre è dalle 10 alle 17.

 

«L’idea è di celebrare l’autunno in grande stile – ha detto Aurora Manuele – in un posto in cui la natura è protagonista e accoglie le famiglie nel suo abbraccio, mentre noi facciamo il resto. Oggi, purtroppo, il concetto di famiglia è sempre più bistrattato in un’era in cui lavoro frenetico e tecnologia sottraggono tempo prezioso da trascorrere con i propri cari.    Per questo, sulla scorta delle più antiche tradizioni anglosassoni in cui la zucca non è legata solo all’aspetto macabro ma anche a quello creativo, noi offriamo attività che tengano unite le famiglie in un posto in cui esse possano anche tornare a riscoprire il contatto con la natura».




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono