Torre del Greco – Ieri mattina, come da noi anticipato, il ministro all’Ambiente ha fatto visita a Torre del Greco, precisamente a via Montagnelle, in zona Parco del Vesuvio, dove nei giorni scorsi un’area è stata sottoposta a sequestro per sversamento illegale di rifiuti.

I rappresentanti della “Rete a difesa del Vesuvio” hanno presentato un dossier in cui sono spiegate tutte le criticità inerente gli sversamenti illegali nel Parco del Vesuvio.

Il ministro ha ricordato che per la rimozione sono responsabili i Comuni, in questo caso quello di Torre del Greco, mentre per il controllo, è responsabile l’Arma dei Carabinieri.

Poi, Costa ha spiegato che ci sono a disposizione fondi ministeriali “ma vanno spesi bene”, anche per questo, a breve, ci sarà una task forze con l’Ente Parco del Vesuvio e le città che si trovano nel suo territorio.

Altra problematica presentata al ministro, è il rischio frane che caratterizza le pinete ai piedi del vulcano dopo i numerosi incendi avvenuti nell’estate del 2017. Ma per questo problema le istituzioni hanno le mani legate, poiché le pinete sono di proprietà privata. Al massimo si può fare richiesta ai titolari di mettere in sicurezza la loro parte di pineta.