Si è svolta la riunione tra le Civiche che si riconoscono nella “coalizione dei moderati” , dove si è discusso della partecipazione “alla coalizione dei moderati” e dove si è parlato della “ proposta di punti programmatici da inserire nel programma di governo e nella eventuale ratifica della scelta del nominativo del candidato sindaco che ci sarà sottoposto”, fa sapere il portavoce delle liste Civiche, Filippo Colantonio.

“Tale iniziativa – continua Colantonio – è tesa a determinare un accelerazione della tempistica, poiché ulteriori ritardi potrebbero determinare una scelta diversa, con una eventuale proposta di candidato di questo cartello al Filippo-Colantoniotavolo della coalizione di centrodestra”. Già tra oggi e domani si dovrebbero di nuovo riunire le sei sigle (Torre libera, Civica per Torre, Prima Torre Prima, Nova civitas, La svolta e Insorgenza civile), per accogliere la nuova adesione al progetto da parte dell’ex vicesindaco Antonio Ramondo, che porterà in dote la sua associazione Torre domani. Tutto questo, mentre, sempre ieri, c’è stato un incontro tra i coordinatori cittadini di Forza Italia, Michele Polese e Giovanni Palomba, e l’ex presidente della provincia Luigi Cesaro, per cercare di dare una svolta all’empasse che sta vivendo il centrodestra. Il problema è sempre lo stesso: con o contro Ciro Borriello. E a proposito di quest’ultimo, si fanno sempre più insistenti le voci che vogliono un avvicinamento tra l’ex deputato azzurro e il movimento cosentiniano di Forza Campania in vista delle votazioni di maggio. Mentre sul fronte opposto, continua a tenere banco l’affaire Raia. Dopo l’intervento della segretaria regionale del partito di Renzi si ritorna a parlare di primarie nel centrosinistra, da svolgere, nel caso, non più il 6 aprile, ma una settimana dopo, il 13 aprile.