Torre del Greco – Calca e malumori fuori alla sede dell’Asl Na 3 Sud (Bottazzi). Nei giorni scorsi, parecchie persone si sono viste recapitare delle comunicazioni per recupero dei ticket sanitari per anni addietro.

Secondo un primo controllo, ci sarebbero prestazioni sanitarie in esenzione che, secondo l’Asl, non sarebbero dovute spettare. Parliamo di comunicazioni di recupero che portano cifre a 3 zeri, che per chi, realmente è indigente, è una mazzata tremenda, soprattutto in questi periodi di pandemia.

Nella comunicazione c’è scritto che se si vogliono delucidazioni e chiarimenti in merito, bisogna recarsi il giovedì all’Asl, dalle 15 alle 17. Trascorso un mese dalla notifica, in automatico arrivano le cartelle di riscossione dell’Agenzia delle Entrate. Ed è qui il punto.

“Sono in fila da stamattina – ci spiega una persona all’esterno della struttura-, ma dicono che fanno entrare solo i primi 20, io sono 22esimo, aspetto qui perché forse ne fanno entrare 10 in più”. Un’ altra persona aggiunge “giustamente la gente si è spazientita, come si fa a parlare con qualcuno, entro il mese dalla notifica, se fanno entrare massimo 20 persone e poi, se ne riparla tra 8 giorni?!

Alle prime potreste, si sono presentati gli uomini della polizia per calmare gli animi. “Un poliziotto ci ha detto che avrebbe parlato con il direttore generale dell’Asl per far aggiungere altri giorni di ricevimento – vocifera un altro manifestante -. Speriamo bene”.