Salute a rischio

(a) Torre del Greco – Depuratore industriale, ad oggi ne è certa la costruzione. Si stanno attendendo ancora notizie dal Ministero dell’Ambiente in merito alla bonifica dei terreni e delle falde acquifere dove sorgerà l’ecomostro. Si parla una vera e propria industria chimica dove verranno sversati fanghi e liquami altamente tossici, le scorie non sono smaltibili. Un impianto chimico, che sorgerà in una città che dovrebbe essere a vocazione turistica, autorizzato grazie alla complicità di alcuni dirigenti e alcuni politici della Regione Campania, della Provincia di Napoli, del Comune di Torre del Greco, del ASL NA5. Colpevole della sua realizzazione anche chi sapeva ed ha taciuto. Ricordiamo a tutti che questa amministrazione si è mossa tardi e male su tutti i fronti e solo da pochissimi giorni, secondo indiscrezioni, sembra che sia stato nominato un consulente ambientale per la rielaborazione del VIA. Questi ed altri provvedimenti dovevano esser già stati presi mesi e mesi fa. In passato si è dato incarico a persone, probabilmente sbagliate, di risolvere il problema ma in realtà queste non hanno ottenuto nulla prendendo strade s b a g l i a t e: vedi la clamorosa ed annu n ciata s c o n f i t t a del ricorso al TAR.
Antonio Civitillo

Articolo già pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 15 dicembre 2010

Articoli Correlati:

<a target=_parent" href="https://www.latorre1905.it/home/leggiNotizia.asp?ID=3980">Torre città mortificata dalla mala-politica</a>