Contrasto allo spaccio in città: 23enne incensurato arrestato dai Carabinieri con 14 pezzi di hashish nascosti in casa.
Prosegue senza sosta l’attività di contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco. Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, carabinieri-arresto-manetteappositamente intensificati negli ultimi giorni al fine di contrastare tali tipologie di reato in città, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Torre del Greco, coordinati dal maggiore Michele De Rosa, hanno arrestato l’incensurato Raffaele Magliulo, 23enne residente al primo vico Abolitomonte, a pochi passi dalla centralissima via Roma, resosi responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’operazione di servizio è stata portata a termine dai Carabinieri nella giornata di ieri quando i militari dell’Arma, nel centro di Torre del Greco, hanno visto l’uomo, davanti la sua abitazione, cedeva un involucro contente droga ad un giovane acquirente. Visto tale cosa, i militari dell’Arma hanno deciso di intervenire, chiedendo nel contempo il supporto di un’altra pattuglia che si trovava in zona.
Nell’operazione il giovane acquirente di sostanze stupefacente è riuscito a far perdere le proprie tracce, mentre per il 23enne spacciatore non c’è stato scampo. Bloccato e perquisito nei pressi della sua abitazione di primo vico Abolitomonte, i Carabinieri hanno proceduto a controllare un locale nella disponibilità dell’uomo, che ha subito manifestato agitazione per il controllo a cui era stato sottoposto. Il Magliulo è stato quindi sottoposto a perquisizione personale, oltre a vedere i militari dell’Arma perlustrare ogni angolo del locale prima e della sua abitazione poi. I Carabinieri hanno accertato che il 23enne aveva occultato in casa (sotto al lavello) e nel locale (sotto ad una piastrella) 14 involucri contenenti 22,30 grammi di hashish e una busta contenente 34 grammi di marijuana e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente.
La sostanza stupefacente contenuta negli involucri era già pronta per essere smerciata nel mercato della droga torrese dove lo spacciatore avrebbe potuto ricavare parecchie quantità di dosi e diverse centinaia di euro. Naturalmente la droga rinvenuta è stato sottoposta a sequestro penale e verrà analizzata nei prossimi giorni. Il 23enne Raffaele Magliulo è stato accompagnato presso la caserma dei Carabinieri di viale Campania dove è stato dichiarato in stato di arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
Successivamente, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, l’arrestato è stato destinato agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo.