Posti auto per disabili. Trova il suo occupato, multato. “Ormai è diventato impossibile trovare il posto auto che mi è stato assegnato libero”, racconta afflitto il signor Ciro Pernice, padre di una ragazzina che, dalla nascita, è costretta a stare sulla sedia a rotelle. “Purtroppo, abbiamo bisogno di un posto per parcheggiare poche ore in via Circonvallazione, giusto il tempo che passa da quando accompagno mia figlia all’istituto che frequenta , a quando la vado a riprendere e la porto in casa (per le altre ore della giornata il signor Pernice Handicap-Auto-Disabilepaga la sosta in un parcheggio privato). Ebbene, più di una volta ho trovato il posto che mi è stato assegnato dal Comune occupato e mi sono visto costretto a parcheggiare poco più avanti”. “Qualche giorno fa – spiega il signor Pernice – mi sono visto recapitare a casa una multa per divieto di sosta: una vera ingiustizia”. “Mi domando, perché, spesso, trovo il mio posto assegnatomi occupato e nessuno si attiva per multare i trasgressori?”. Quello dei posti auto per disabili è un punto dolente per l’amministrazione cittadina. Ricordiamo, a fine febbraio l’associazione a favore dei diversamente abili La Libellula prese carta e penna scrivendo al sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, per sottoporgli il caso della signora Giovanna Donnarumma madre di un ragazzo disabile che si è vista “togliere” il posto riservato al parcheggio per disabili sotto casa sua, in via Cesare Battisti, che nel frattempo è diventato una fermata per autobus.
“Noi de “LA LIBELLULA” – concludeva la lettera indirizzata al primo cittadino – assieme alla signora Donnarumma attendiamo un appuntamento con lei, cosicché possa osservare con i suoi stessi occhi la disperazione di una madre che alla sofferenza del quotidiano del proprio figlio deve aggiungere anche quella di una sosta ignobilmente negata”.
In ultimo: “Mi affido al suo buon cuore che di certo non darà spazio ad assurde e disumane burocrazie”. Ora, oltre al caso della signora Donnarumma, c’è da sottoporre all’attenzione del sindaco anche il caso del signor Pernice.