Napoli – Lockdown da mezzanotte alle 5 in Campania a partire dal 23 ottobre e fino al 13 novembre. Entra in vigore l’Ordinanza n. 83, firmata dal Presidente Vincenzo De Luca d’intesa con il Ministro della Salute.

Il coprifuoco sanitario per l’emergenza epidemiologica stabilisce la chiusura obbligatoria di tutte le attività commerciali, sociali e ricreative dalle ore 23 alle 5 del giorno dopo.

«Gli avventori degli esercizi di svolgimento delle attività indicate al primo periodo sono tenuti a rientrare al proprio domicilio, dimora o residenza entro le ore 23,30». Quindi (salvo gli avventori degli esercizi, obbligati a farlo entro le 23), per tutti «dalle ore 23,00 alle ore 5.00 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero motivi di salute».

L’ordinanza sottolinea che «è sempre consentito il rientro al proprio domicilio, dimora o residenza dal luogo di lavoro». Si tratta di un vero e proprio lockdown da mezzanotte alle 5 in Campania, quello avallato dal governo. Scatta il blocco della mobilità interprovinciale per tutta la giornata fino al 13 novembre.

È la prima volta da giugno. L’Ordinanza prevede la limitazione degli spostamenti interprovinciali, se non giustificati – previa autocertificazione – da motivi di lavoro, sanitari, scolastici, socio-assistenziali, approvvigionamento di beni essenziali.

«Sono consentiti, limitatamente al diretto interessato nonché ad accompagnatore, ove necessario, esclusivamente spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, familiari, scolastiche, di formazione o socio-assistenziali ovvero situazioni di necessità o d’urgenza ovvero motivi di salute.