Il Circolo Airone ritorna in pista
Quante volte ci siamo imbattuti in un cane randagio che ci guadava con gli occhi di chi chiede aiuto e abbiamo pensato “povero cagnolino, che pena mi fa”, ma poi abbiamo girato le spalle a siamo andati via? Il Circolo Airone, rifondato dallo storico tesserato di Legambiente e sostenitore della greenculture, Salvatore Circolo-Airone-CollettaPalomba, dopo un periodo di pausa, ha deciso di non voltare più le spalle ai cani e ai gatti randagi quanto di aiutarli e di dar loro cure, cibo e affetto. Il 28 settembre presso la Villa Comunale, infatti, si è tenuta una raccolta di fondi destinati ad essere spesi per il sostentamento degli animali che venivano tolti dalla strada. “In due ore – sostiene il presidente del circolo Salvatore Palomba – abbiamo raccolto circa 230 euro il che dimostra una certa sensibili tà della popolazione nei riguardi di tale problematica. Tuttavia dall’altra parte ci sono invece coloro che i cani li abbandonano perché malati, anziani o troppo grandi”.

Denaro che, tuttavia, si è rivelato essere insufficiente visto che le spese da affrontare sono ingenti. “A Torre del Greco non ci sono canili e per questo motivo spesso ci dobbiamo rivolgere a strutture private, ma i soldi che raccogliamo non bastano e il Comune non ci viene incontro. Noi capiamo che per le persone è difficile sostenere le spese per le cure mediche e quanto altro, ed è per questo motivo che quello che chiediamo al Comune è di fornirci una struttura adeguata in cui noi possiamo svolgere la nostra attività”. Grazie all’intervento immediato del circolo, proprio martedì scorso, un barbone prelevato dalla strada e la cui foto è stata fatta girare su facebook, è stato riconosciuto dalla padrona che lo ha subito riportato a casa. Altri cani, invece, in imminente pericolo di vita, sono stati salvati ed ora godono di ottima salute e attendono con ansia di trovare una casa e una famiglia che dia loro affetto.

Alessia Rivieccio