È morta la pittrice centenaria torrese Giulia Albergamo. Aveva tagliato a novembre il traguardo dei 100 anni ed era stata omaggiata con una festa dal sindaco di Pordenone, che in rappresentanza del Comune le aveva Giulia-Albergamo-quadri-artistaportato il suo saluto alla casa di riposo cittadina, dove risiedeva da alcuni anni. È stato il suo ultimo incontro pubblico: Giulia Alberga­ mo (vedova Pedone), originaria di Torre del Greco, è morta ai primi di gennaio al­ l’ospedale di Pordenone, dove si trovava ricoverata da qualche giorno. Era nata a Torre del Greco nel 1914 e a piangerla sono i figli Antonio, Carmela ed Enrico. Il quarto figlio, Angelo, era deceduto due anni fa. Personalità legata al mondo della cultura e dell’arte, Giulia Albergamo era una donna dichiaratamente laica e una delle sue ultime volontà concerneva la celebrazione di un funerale civile. L’ultimo saluto, dunque, le è stato portato nella sala del commiato della Prosdocimo fonerai home di Pordenone. Centenaria da pochi mesi, Giulia Albergamo era una pittrice conosciuta sia nella sua terra d’origine, la Campania, che in quella che era diventata la sua patria adottiva, il Pordenonese. Una città, quella sul­ le rive del Noncello, che aveva anche dipinto in numerose sue opere, spiegate e il­ lustrate alla cittadinanza in occasione di incontri e mostre. “È stata una grande artista – scrive chi la conosceva su Facebook – la ricordo con affetto, a casa ho dei suoi capolavori”. “È stata una donna meravigliosa” scrive un altro utente. Seguendo la sua volontà, la salma è stata cremata.