Torre del Greco – In una gremitissima Aula Magna del Liceo Classico “G. De Bottis” di Torre del Greco – al di là di ogni più ottimistica previsione – sabato 26 settembre 2009 alle ore 18,00 si è tenuto il “Convegno – Mostra” per ricordare la figura del prof. Pietro Sgueo, ad un anno dalla scomparsa.

Nell’atrio del Liceo Classico è stata allestita la Mostra con una trentina dei quadri più significativi della produzione artistica del prof. Sgueo, gentilmente messi a disposizione per l’occasione dalla famiglia del professore.

La manifestazione, fortemente voluta dai suoi allievi, dalla famiglia e dal Liceo De Bottis, dove ha insegnato per quasi 40 anni, è stata introdotta dall’ing. Giovanni Pandolfo (III^ B 1975) – allievo del prof. Sgueo – a nome del comitato promotore della manifestazione.

Vi sono stati, poi, i previsti interventi del prof. Michele Cirillo, preside del Liceo Classico “G. De Bottis” – tra l’altro amico fin dall’infanzia del prof. Sgueo; del prof. Salvatore Prisco – che in un commosso intervento ha, in particolare, esaltato le sue doti di grande umanità; del prof. Biagio Scognamiglio – che, in modo accalorato e sentito, ha delineato i tratti essenziali della sua attività di docente; del prof. Franco D’Alò – che ha declamato un dotto “elogium”, in latino, appunto, dedicato al prof. Sgueo, mettendo a dura prova i ricordi scolastici degli allievi presenti.

Sull’attività come artista è poi intervenuto il dr. Salvatore Violante che ha illustrato, con dovizia di particolari, le tele del prof. Sgueo mentre sullo schermo venivano proiettate le immagini relative alla sua produzione artistica.

E’ seguito poi il dibattito. Ci sono stati numerosi interventi e commossi ricordi degli ex alunni del prof. Sgueo, di chi si è maturato nel lontano 1964 fino ai maturandi del suo ultimo anno di insegnamento (1996-97).

Quindi è stata trasmessa la registrazione – solo sonora – di una intervista rilasciata dal prof. Sgueo a Radio Vaticana e Radio RAI in occasione di una sua Mostra tenuta presso la Galleria La Pigna di Roma nel 1978. E riascoltare la voce del prof. Sgueo è stata una cosa di un certo effetto.

Infine l’avv. Pierangelo Sgueo, figlio del professore, a nome della famiglia, ha ringraziato tutti coloro – colleghi insegnanti, allievi e personalità – che sono intervenuti al convegno.

L’ing. Pandolfo, a nome degli allievi, ha chiuso la toccante cerimonia di ricordo del professore sottolineando che “se siamo diventati quello che siamo lo dobbiamo anche al prof. Pietro Sgueo”.