Domenica 4 maggio si è tenuta a Palazzo Vallelonga, sede della Banca di Credito Popolare, l’Assemblea Ordinaria dei Soci. L’Assemblea Ordinaria ha approvato all’unanimità il Bilancio al 31 dicembre 2013 e nominato Consiglieri -per il triennio 2014/2016- Giuseppe Mazza, Filippo Perriccioli e Andrea Palumbo.

Il riparto dell’utile prevede la distribuzione di un dividendo misto -in pagamento dal prossimo 12 maggio- composto da 0,50 centesimi di euro (al lordo delle imposte) in contanti e 0,26 centesimi di euro mediante assegnazione gratuita di azioni proprie nel rapporto di 1 azione ogni 125 detenute alla data del 30 aprile 2014. I diritti di assegnazione non multipli di 125, saranno monetizzati al prezzo unitario di 0,26 centesimi di euro.

Il valore dell’azione è confermato a euro 32,50.

La BCP ha chiuso il bilancio 2013 con un utile lordo di 17 milioni di euro in miglioramento del 19% rispetto al 2012. Un risultato soddisfacente perseguito nonostante una robusta politica di presidio del rischio di credito ed un carico fiscale che ha superato i 9 milioni di euro.
Il buon risultato della gestione operativa è stato in larga parte assorbito dagli accantonamenti sui crediti deteriorati e su oneri futuri che hanno determinato consistenti rettifiche che fanno seguito a quelle del 2012 già rilevanti.
Positiva la decisa azione commerciale volta al rafforzamento della raccolta diretta che si è attestata a 1.897 milioni di euro, in crescita del 3% rispetto allo scorso anno.
La raccolta indiretta al 31 dicembre 2013 ammonta ad oltre 776 milioni di euro facendo registrare un sostanziale incremento (10,5%) rispetto ai 702 milioni di euro di dicembre 2012.

I crediti verso clientela ammontano a 1.576 milioni di euro e sono in leggero decremento (-1,2%) rispetto al Palazzo-Vallelonga2012, in funzione di una politica creditizia all’insegna della moderazione che ha privilegiato il consolidamento del comparto a medio-lungo termine.

La solidità patrimoniale della Banca è testimoniata da ratios patrimoniali attuali e prospettici al di sopra degli standard previsti dall’Organo di Vigilanza e da Basilea 3: a livello individuale il Tier 1 ratio si colloca al 14,31% e il Total capital ratio si attesta al 16,42%; a livello consolidato, il Tier 1 è pari a 10,74% ed il TCR al 12,31%. La politica di distribuzione degli utili, riflettendo la situazione di mercato e le indicazioni delle autorità di controllo, privilegia quest’anno un prudenziale rafforzamento patrimoniale.

Il Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 7 maggio, ha confermato nella carica di Presidente Giuseppe Mazza e di Vice Presidente Filippo Perriccioli.
Il Consiglio ha poi nominato il Comitato Esecutivo, composto oltre che dal Presidente e dal Vice Presidente, dai Consiglieri Fortunato Abbagnano, Mauro Ascione, Gennaro Moccia ed Andrea Palumbo.
Presidente del Consiglio di Amministrazione: Giuseppe Mazza
Vice Presidente del Consiglio di Amministrazione: Filippo Perriccioli
Segretario del Consiglio di Amministrazione: Andrea Palumbo
Direttore Generale: Dr. Manlio D’Aponte

Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 21 maggio 2014