Caos politico. Non solo il centrosinistra va in frantumi (Pd e Cd insistono a puntare tutto sul nome di Loredana Raia, mentre Alfonso Ascione, Giuseppe Stasio e Gabriele Toralbo vanno avanti per la strada delle primarie), ma anche quello che è conosciuto come Tavolo dei moderati inizia a presentare i primi segni di cedimento. Pissi pissi bao bao raccontano che il Nuovo Psi (il referente cittadino è Giacomo Accardo, ma è anche molto vicino alle posizioni dell’ex sindaco Ciavolino) è pronto a passare armi e bagagli alla corte di Ciro Borriello. Regista dell’operazione sarebbe l’ex presidente della Provincia, Gigino Cesaro, che sta cercando di costruire un forte consenso elettorale nella città del corallo per le prossime Europee (dovrebbe essere candidato il figlio Armando o addirittura lui in persona): come? Ma è semplice: facendo nuovamente riunire la coppia Borriello-Ciavolino, che insieme rappresentano sempre un buon bacino elettorale da dove attingere voti; e per far questo è disposto a promettere mari e monti all’uno come all’altro.

A queste voci, la lista che rappresenta l’unione tra Nuovo centrodestra e Udc sta valutando altre opzioni Altiero-Palomba-Poleserispetto a quella iniziale di coalizzarsi con Forza Italia. Infatti, scartata l’ipotesi di appoggiare Valerio Ciavolino (stranamente è stata congelata anche quella di puntare su Giovanni Palomba, che poteva essere la giusta sintesi per chi voleva la discontinuità con il passato che ha governato la città), allo stato attuale, sembra che, una parte del partito a Torre del Greco, nato dalla sintesi tra gli alfaniani e i sommesiani, stia accarezzando l’idea di concorrere in solitaria alle prossime comunali, un’altra parte, più calcolatrice, sarebbe intenzionata a spostare lo sguardo verso il centrosinistra. Ma quale? All’interno dello stesso schieramento alcuni, come l’ex consigliere Mario Altiero, sarebbero tentati di appoggiare la candidata del Pd, Loredana Raia, altri ancora, invece, punterebbero ad affiancare Alfonso Ascione (nel caso domenica dovesse vincere le primarie contro Stasio e Toralbo) nella corsa per la fascia da sindaco. In tutto questo marasma preelettorale, comunque, ad avvantaggiarsi sembrerebbe senza ombra di dubbi l’uomo forte di via Del Monte, Ciro Borriello, che sentitamente ringrazia.
Alfonso Ancona




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono