Fino al 29 aprile

Proseguirà fino al 29 aprile "Carta Kubrick", la rassegna sul materiale cartaceo promozionale che accompagnò ogni lancio delle pellicole del regista Stanley Kubrick, allestita nelle sale del Museo archeologico virtuale (Mav) di Ercolano. La mostra comprende oltre 400 pezzi tra manifesti, riviste, copertine e foto di scena: materiale originale, proveniente da collezioni private internazionali, raccolto e riordinato da Emanuele Donadio, aiuto regista napoletano. Kubrick usava "plasmare" i soggetti delle locandine, sindacando sui temi, i colori, le dimensioni e persino sulle sale cinematografiche per i trailer. Tra le rarità affisse le locandine francesi del "Bacio dell’assassino" e del "Dottor Stranamore", quella thailandese di "Barry Lindon" e la celebre fotobusta di "Shining" nel 1980, col primo piano di uno spiritato Jack Nicholson, autografata dallo stesso attore. In vetrina, anche svariate curiosità, come la "novellizzazione" (trasposizione su carta di un film, una sorta di cineromanzo) di "Eyes wide shut", distribuita in Giappone. Ancora, c’è il fumetto dedicato a "2001 Odissea nello spazio", pubblicato in Italia nel 1977 e curato dal celebre fumettista Marvel Jack Kirby. Sarà possibile sfogliarne integralmente il contenuto appositamente digitalizzato, da un monitor, sistemato accanto all’originale esposto.
"Carta Kubrick" ospiterà parallelamente anche una serie di incontri, che si terranno ogni venerdì alle ore 20:30, con personalità del cinema e registi, che precederanno la proiezione di un film. In particolare, l’8 aprile interverrà il regista Antonio Capuano.
Mirella Carnile
 
Articolo pubblicato sull’edizione cartacea in edicola il 6 aprile 2011




Sostenere La Torre
(o fare una semplice donazione)
è diventato più facile:
Scegli il tuo Abbonamento

Dai voce a ciò che gli altri non dicono